background

UN INTER SVOGLIATA E' TRAVOLTA 3 A 1 DAL SASSUOLO

Pubblicato il 14/05/2016
 Finisce con una sconfitta la stagione dell'Inter. La squadra di Mancini, partita di slancio ad inizio campionato, ha via via rallentato la corsa sino a raggiungere il quarto posto. Posizione utile per l'Europa League ma ben lontano dall'obiettivo minimo iniziale: la Champions League. Esulta, invece, il Sassuolo, il quale superara al fotofinish il Milan e agguanta il sesto posto valevole per i preliminari Uefa. Ora la squadra dell'Emilia-Romagna attenderà impazientemente il verdetto della sfida di sabato prossimo tra Milan e Juventus. Qualora la Juve dovesse vincere si spalancherebbero le porte dell'Europa per i ragazzi di Di Francesco.

Per quanto riguarda la partita, nel primo tempo succedono la maggior parte delle emozioni della gara. Dopo sei minuti la squadra di Mancini va sotto di una rete. Politano effettua un tiro da fuori area che grazie ad una deviazione di Murillo spiazza un'incolpevole Carizzo. L'inter prova a destarsi dal suo torpore di inizio gara ma sembra non essere la serata giusta. Il Sassuolo, invece, alla ricerca di un obiettivo dimostra buona padronanza del terreno e la capacità di far male in contropiede. Passano venti minuti e Pellegrini raddoppia il vantaggio. Bravo il giocatore a deviare in rete il pallone crossato da Duncan, sul quale non arriva di poco Sansone. L'Inter senza alcuna motivazione cerca di approfittare di un calo di concentrazione del Sassuolo e con Eder va vicino la rete del 2 a 1 ma è bravo il portiere emiliano a parare il tiro. Tocca a Palacio, pochi minuti dopo, dare la carica ai suoi dimezzando  lo svantaggio alla ricerca del pareggio. Pareggio che si allontana nuovamente quando al 39° Politano stacca più alto di tutti e riporta a due le reti di vantaggio per i padroni di casa.

Il secondo tempo riparte senza grosse modifiche nell'assetto iniziale e nel copione della partita. L'Inter prova svogliatamente ad impostare il gioco, il Sassuolo attende per poi ripartire. In una ripresa nella quale non succede nulla, l'ultimo sussulto è regalato dall'espulsione di Murillo che dopo un'entrata su Falcinelli insulta più volte l'arbitro, il quale non può far altro che mostrargli la doccia anticipatamente. A questo punto i due tecnici effettuano un valzer di cambi che stravolge l'assetto delle formazioni anche se sono semplici cambi per dare spazio alle riserve. Fanno il loro ingresso in campo i primavera Radu e Della Giovanna mentre Di Francesco concede la standing ovation ai due bomber della serata Pellegrini e Positano. Risultato finale giusto per una partita che l'inter non ha mai pienamente dimostrato di voler giocare e onore al Sassuolo che ha avuto il merito di credere a questo sesto posto. Comunque finisca la finale di coppa Italia di sabato va rese onore a Di Francesco per le ottime prestazioni offerte dalla sua squadra in questo campionato.