background

ALLEGRI: “ABBIAMO IL DOVERE DI RISCATTARE GENOVA”

Pubblicato il 02/12/2016
La Juventus si rifugia tra le mura amiche dello Stadium per superare la batosta di Genova. L’avversario di domani non è di certo il più agevole per lasciarsi alle spalle la cocente sconfitta del Marassi ma i bianconeri non possono permettersi un passo falso anche con l’Atalanta. Massimiliano Allegri è convinto che i suoi tireranno fuori l’orgoglio dei campioni e non dubita quindi che arrivi il riscatto già con la squadra di Gasperini. “Domenica scorsa abbiamo commesso tanti errori ma l’importante è non sbagliare ancora – dice il tecnico bianconero nella conferenza stampa della vigilia - La squadra veniva da un cammino importante: siamo primi in campionato e qualificati in Champions. La sconfitta di Genova è stata brutta perché la prima mezz'ora è stata brutta, ma questo non vuol dire che la squadra abbia problemi o difficoltà. Siamo pronti a reagire. L’Atalanta sta facendo molto bene, sia per quanto riguarda Gasperini che la società – prosegue - Ha giovani molto bravi e sta dimostrando di poter stare insieme alle squadre che stanno in testa. Chi toglierei ai nostri avversari? Gagliardini, ma è già squalificato. Difetti l’Atalanta ne ha pochi, ha vinto le ultime sei partite di fila. Ha grande entusiasmo e spensieratezza, e un ottimo allenatore. E una società che investe sui giovani”. 
Allegri non ha di certo dimenticato domenica, anzi… la sconfitta con il Genoa brucia ancora ma per il tecnico adesso l’unica cosa che conta è riprendere a vincere per continuare il cammino in testa alla classifica. “Non avevamo mai subito un gol nel primo tempo in trasferta, e a Genova ne abbiamo presi tre – commenta - Il tempo aggiusta tutto, i passaggi a vuoto in una stagione capitano, quello che conta è non farsi condizionare. Siamo ancora primi in campionato, le nostre tre sconfitte esterne sono state tutte diverse, dalle batoste bisogna uscire fortificati, mettendo a fuoco le problematiche ed evitando che si ripetano. Abbiamo il dovere di riscattare Genova. Lavoro con un gruppo di campioni, che ha carattere e che saprà tirare fuori l’orgoglio”.
Mentre fa le sue valutazioni per la formazione e il sistema di gioco, il tecnico domani dovrà fare a meno degli ultimi infortunati, Bonucci e Dani Alves, e dovrà aspettare ancora Dybala. “Paulo ieri ha fatto mezzo allenamento con la squadra, domani magari sarà convocato ma difficilmente giocherà – spiega - mercoledì potrà partire anche dall’inizio per ritrovare una buona condizione. Chiellini sta bene e anche Marchisio, per Barzagli c’è ottimismo visto che procede bene e Pjaca ha ripreso a correre. Ho sei difensori disponibili, in campo ne vedremo 5 o 4, devo decidere. Cuadrado ha avuto un piccolo problemino, valuterò oggi se gioca, potrebbero giocare Mandzukic e Higuain. Pjanic si sta inserendo e sono contento di quello che sta facendo – conclude Allegri - In mezzo Benatia ha le caratteristiche per sostituire Bonucci”.