background

ALLEGRI: “RIPARTIREMO: QUESTA SCONFITTA NON CI DEVE FERMARE”

Pubblicato il 03/06/2017
Doveva essere una serata storica per Massimiliano Allegri e i suoi, e invece la notte di Cardiff si è trasformata in un incubo. Ancora una finale persa per i bianconeri che hanno giocato un primo tempo al limite della perfezione e nella ripresa invece sono crollati sotto i colpi del Real Madrid.
Cosa è successo tra il primo e secondo tempo? Molto semplice - spiega il tecnico bianconero nel post partita - abbiamo giocato un primo tempo bellissimo, spingendo molto e sfiorando il vantaggio. Nel secondo tempo Pjanic aveva un problema al ginocchio e davanti ci muovevamo meno, loro hanno alzato la pressione e sul gol di Casemiro abbiamo mollato mentalmente. Invece bisognava restare aggrappati alla partita, è quello che andrà fatto l'anno prossimo, dobbiamo migliorare nella gestione della partita”.
È stato il raddoppio di Casemiro a spegnere la Juventus e Allegri sottolinea, ancora una volta, quanto sia determinante gestire bene i momenti di una partita. “Il 2-1 ci ha tagliato le gambe, anche se il Real ha fatto un ottimo secondo tempo – commenta - ha grandissimi giocatori che possono determinare la partita in qualsiasi momento. Ora bisogna riposare e ripartire, la vita ti dà la possibilità di riprovare: ripensiamo a dove possiamo migliorare la squadra e a dove si può migliorare sul piano del gioco. Nel primo tempo abbiamo speso molto più di quanto potevamo spendere, le finali non si possono giocare sempre a cento all'ora, bisognava essere bravi e un po' fortunati a chiudere in vantaggio il primo tempo”.
Infine, il tecnico mette un momento da parte la tristezza e si complimenta con i suoi, protagonisti di una stagione brillante: “Sono orgoglioso dei miei ragazzi. L'anno prossimo sarò sulla panchina della Juve. Vogliamo ripartire per fare una grande Champions, vincere lo scudetto ed essere competitivi in Coppa Italia: questa seconda sconfitta in tre anni non ci deve fermare”.
 
La voce spezzata dalle lacrime, il capitano Gigi Buffon non fa nulla per nascondere la sua profonda amarezza. “È una grande delusione – ammette senza mezzi termini - Abbiamo fatto un grandissimo primo tempo dove abbiamo messo alle corde il Real, abbiamo corso tantissimo a abbiamo avuto l’approccio giusto.  Poi non ci girano mai bene gli episodi e questo dispiace molto. Nella ripresa è uscita la loro classe e la loro attitudine a vincere queste gare e hanno vinto meritatamente. È una grande delusione perché pensavamo di aver fatto tutto il necessario per vincere questa finale. Ma è anche vero che per vincere questa coppa bisogna essere più forti anche delle avversità”.