background

LA LAZIO IN RIMONTA BATTE LA JUVE CON UN DOPPIO IMMOBILE

Pubblicato il 14/10/2017
È la Lazio a uscire vittoriosa dal match dell’Allianz Stadium. La Juventus passa in vantaggio nel primo tempo con la rete di Douglas Costa, poi nei primi nove minuti della ripresa la squadra di Inzaghi rimonta e si porta in vantaggio grazie ad un doppietta di Immobile che segna il secondo gol dal dischetto. I bianconeri centrano due legni, uno per Higuain e uno per Dybala. La Joya allo scadere del recupero sbaglia ancora dal dischetto e fallisce la possibilità di acciuffare il pareggio in zona Cesarini.
La prima gara dell’ottava giornata di campionato regala spettacolo ed è fitta di emozioni e permette alla Lazio di agganciare la Juve in classifica e di tornare a vincere a Torino dopo 15 anni.
 
FORMAZIONE – Allegri lascia Dybala in panchina e cambia sistema di gioco, passando dal suo 4-3-1-2 ad un 4-3-3. Il tecnico manda Buffon tra i pali, Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini e Asamoah in difesa, al centro Khedira, Bentancur e Matuidi, Douglas Costa, Higuain e Mandzukic davanti.
 
SBLOCCA COSTA – Juve e Lazio iniziano in un sostanziale equilibrio: entrambe le squadre si studiano, costruiscono e quando trovano spazi si spingono fino all’area avversaria. I biancocelesti guadagnano due calci di punizione dalla sinistra dell’area ma li sprecano tutti e due. 
È la Juve a sbloccare il risultato al 24’ con Douglas Costa che da due passi butta dentro il pallone respinto da Strakosha sul rasoterra di Khedira. La rete viene convalidata dopo il controllo del VAR: è Bastos a tenere in gioco il brasiliano che segna il primo sigillo in bianconero.
Khedira impegna Strakosha in un difficile intervento: il tedesco calcia a incrociare dalla distanza e il portiere della Lazio riesce a distendersi e trovare la deviazione in corner. Dopo aver impedito il raddoppio a Khedira, il portiere albanese rischia la papera sulla pressione di Higuain che gli ruba il pallone che poi finisce incredibilmente contro la traversa. 
La Lazio vuole acciuffare il pareggio e cerca di approfittare del campanile di Lichtsteiner: la palla finisce in area e, dopo una serie di rimpalli, nei pressi di Immobile ma è bravo Barzagli a sventare il pericolo allontanando il pallone. 
 
DOPPIO IMMOBILE – Al 47’ la Lazio riparte dall’1-1. Immobile approfitta dell’assist di Luis Alberto e trafigge Buffon con un destro imparabile.
I bianconeri provano subito a tornare in vantaggio con Higuain che, servito da Mandzukic, si trova davanti a Strakosha ma calcia addosso al portiere albanese. 
Buffon atterra Immobile in area, Mazzoleni fischia il rigore e l’attaccante napoletano lo realizza spiazzando il capitano bianconero e portando i suoi in vantaggio al 54’.
Allegri cambia subito qualcosa mandando dentro Bernardeschi per Costa.
I bianconeri cercano la reazione, pressano e creano. Dybala entra al posto di Khedira e la Juve torna al classico 4-2-3-1.
 
DYBALA, DAL DISCHETTO E’ NO - Il match scorre su ritmi serratissimi, tra contropiedi e manovre veloci. La velocità spesso crea confusione nel centrocampo bianconero. La squadra di Allegri cerca disperatamente il pareggio ma perde in lucidità e non crea occasioni nette. Quando ci riesce lo fa con Dybala e il suo sinistro dal limite che finisce contro il palo. 
La Lazio approfitta di una ripartenza, Caicedo arriva alla conclusione ma Buffon la salva con i piedi. 
Allo scadere del recupero Patric interviene malamente su Bernardeschi in area. Mazzoleni è chiamato al VAR per valutare l’intervento, poi assegna il calcio di rigore e ammonisce il giocatore biancoceleste. Dybala si posiziona sul dischetto ma Strakosha salva respingendo il tiro del 10 bianconero. Per l’argentino arriva il secondo errore consecutivo su rigore.