background

ALLEGRI: “A UDINE TAPPA DELICATA. CI SERVE MAGGIORE ATTENZIONE”

Pubblicato il 21/10/2017
Con un solo punto conquistato nelle ultime due giornate, la trasferta di domani a Udine è fondamentale per la Juventus di Massimiliano Allegri. Il tecnico bianconero è consapevole del momento delicato che i suoi stanno vivendo ma non vuole che altri punti vengano persi per strada. A partire da domani. 
 
L’AVVERSARIO – Giocare con l’Udinese non è mai semplice. Allegri non si fida dei friulani e predica attenzione. “È sempre una tappa particolare e sia noi che loro stiamo vivendo un momento delicato – dice il tecnico livornese in conferenza stampa - Hanno bisogno di punti e faranno una partita fisica e attenta quindi dovremo farci trovare pronti perché sono una buona squadra. Quest'anno facciamo più gol dell'anno scorso, ma ne prendiamo di più, ci serve maggiore attenzione. In tre trasferte abbiamo incassato cinque reti e il nostro obiettivo a Udine è di non subirne”.
 
FORMAZIONE – Tra dubbi e infortuni, Allegri fornisce le solite poche indicazioni sugli undici che domani scenderanno dal primo minuto sul campo della Dacia Arena. “Rugani domani giocherà al 99%, Marchisio sarà convocato, non ci sarà Matuidi, fermo per un affaticamento al flessore della coscia destra – anticipa – Lunedì De Sciglio tornerà con la squadra e Howedes inizierà piano piano a lavorare in gruppo. Pjaca al più presto farà qualche minuto con la Primavera. Dobbiamo avere pazienza e stringere i denti in questi giorni per poi andarci a prendere gli ottavi a Lisbona e giocarci l’ultima in campionato contro il Benevento. Poi la sosta, dopo i playoff torneremo tutti insieme e avremo tempo per lavorare al meglio”.

DYBALA – Dopo un inizio di stagione folgorante, le ultime settimane dell’argentino sono state delicate ma Allegri ha piena fiducia in lui: “Giovedì scorso Paulo è tornato dall’Argentina con un mezzo attacco influenzale, venerdì si è allenato per la prima volta ma sabato è partito dalla panchina. Ora sta bene, ha carattere, sa gestirsi e gestire anche le cose che capitano fuori dal campo. È sereno e sta bene fisicamente, domani gioca”.

NAPOLI E INTER – Stasera si giocherà lo scontro diretto al vertice della classifica. Allegri spera in un pareggio che rallenti la corsa delle prime due. “Il Napoli quest’anno sta confermando quanto di buono ha fatto negli ultimi anni – sostiene il tecnico - Ha aumentato il livello di qualità del gioco, può competere con le prime cinque, sei d’Europa. Ha vinto le prime otto gare in campionato, più di così non si può fare. L’Inter ha perso solo 2 punti sul Napoli, ha dimostrato solidità in partite decisive, ha giocatori importanti. Insieme a Roma e Lazio lotterà insieme per lo scudetto, ma alla fine di squadre ne rimarranno solo tre”.