background

ALLEGRI: “NON ABBIAMO ANCORA LA PANCIA PIENA”

Pubblicato il 27/10/2017
Test importante domani per la Juventus che alle 18.00 affronterà il Milan a San Siro. Il grande classico del campionato italiano è un momento delicato per Massimiliano Allegri e i suoi che, reduci da due vittorie consecutive, nell’ultimo periodo hanno pagato il dazio di diversi errori. 
Quindi il tecnico domani vuole lasciare la casa rossonera con i tre punti, per tenere il ritmo di Napoli e Inter e rimanere ancorato al vertice della classifica. Perché, come chiarisce il tecnico, la Vecchia Signora non è ancora sazia: “Non abbiamo assolutamente la pancia piena, quest'anno i numeri delle prime sono migliori dell'anno scorso. Il Napoli sta facendo cose importanti, in questo momento la differenza tra noi e loro sono i due rigori sbagliati”.
 
IL MILAN – Allegri non vuole che si attribuisca al match un significato più grande del dovuto. “Domani non segna una volta – assicura il tecnico nella conferenza stampa della vigilia - è una gara che fa parte del nostro cammino. Noi dobbiamo fare punti per rimanere attaccati alle prime, altrimenti poi la rincorsa diventa più dura anche se mancano tante giornate. L'anno scorso abbiamo perso due volte a Milano, quest'anno dobbiamo andare via con dei punti e dovremo fare una partita tosta. Giocare a San Siro è sempre complicato, dispiace l’assenza di Bonucci perché in queste grandi partite dovrebbero esserci tutti”.
 
FORMAZIONE – Come di consueto, il tecnico bianconero fornisce poche indicazioni sugli undici che giocheranno titolari. Più che altro, fa il punto sulla situazione infortuni: “Devo decidere se gioca Alex Sandro o Asamoah. Asa sta bene, Alex Sandro sta trovando la condizione. Ho qualche dubbio anche in vista della prossima sfida decisiva contro lo Sporting, la qualificazione è il nostro primo obiettivo stagionale. Devo fare delle scelte, per arrivare fino in fondo serve una rosa completa e competitiva – spiega - Pjaca è ancora fuori, prima dovrà fare un test con la Primavera. Howedes si è allenato in parte con squadra, è vicino al rientro, Benatia oggi farà un secondo esame per la botta che gli fa ancora male. Tutti gli altri sono ancora a disposizione, compresi Matuidi, Sturaro, De Sciglio e Marchisio. Tornano Buffon e Chiellini, con Giorgio ci sarà uno tra Rugani e Barzagli”.
 
UNICO MANDZUKIC – Allegri tesse le lodi dell’attaccante croato, valore aggiunto della Juventus. “È un giocatore che ha caratteristiche differenti dagli altri. È un centrocampista aggiunto, pericoloso sulle palle inattive – racconta - Alza il baricentro della squadra, è un generoso, trascina anche gli altri. È un giocatore importante come tutti gli altri, però lui ha delle caratteristiche, anche fisiche, che sono uniche”.
Il tecnico poi si dice soddisfatto di Douglas Costa e Bernerdeschi: “Sono contento di Federico, ha fatto due gol e un assist in due partite da titolare. Douglas Costa sta crescendo bene, contro la SPAL ha fatto due assist”.