background

UNA DOPPIETTA DI HIGUAIN STENDE IL MILAN. IL PIPITA MATA IL DIAVOLO

Pubblicato il 28/10/2017
La Juventus espugna San Siro grazie ad una doppietta di Higuain che segna una rete per tempo. Il gol di mercoledì scorso ha segnato veramente il ritorno del Pipita che con il Milan si fa rivedere in tutto il suo potenziale e in tutta la sua bellezza. Quella dell’argentino è una partita pazzesca, giocata su ritmi alti e dal contributo fondamentale.
Il Milan prova a dire la sua ma la manovra offensiva viene arginata senza particolari affanni da Chiellini e Rugani che si fanno trovare sempre pronti quando chiamati in causa. Gli uomini di Montella reggono per un tempo, poi dopo il raddoppio si arrendono.
La vittoria permette ad Allegri e i suoi di agganciare momentaneamente il Napoli in vetta alla classifica con 28 punti, in attesa del verdetto delle gare dei partenopei e dell’Inter.
 
FORMAZIONE – Allegri si affida al consueto 4-2-3-1 e manda dentro tutti i suoi pezzi forti. Buffon tra i pali, Lichtsteiner, Rugani, Chiellini e Asamoah in difesa, Khedira e Pjanic al centro, Cuadrado, Dybala e Mandzukic dietro Higuain.
 
IL RITORNO DELL’HD – E’ il Milan a partire più veloce mentre i bianconeri attendono e cercano di sfruttare le ripartenze. 
Pjanic ci prova su calcio di punizione ma non trova lo specchio della porta. La Juve alza il ritmo e colleziona corner e brividi nei pressi di Donnarumma. Dybala prova a trafiggere il portiere rossonero ma calcia centrale. È del 10 argentino l’assist che al 23’ porta alla conclusione potente e precisa di Higuain che sblocca il risultato. Dopo la rete annullata con la Spal, il Pipita raggiunge quota 100 e lo fa in una serata importante.
Il Milan cerca la reazione, Borini la mette in mezzo ma Kalinic in ritardo non ci arriva.
L’occasione più grande dei rossoneri (che si rivelerà l’unica del match) arriva al 46’ con il croato che colpisce la traversa a porta spalancata. Poi Buffon respinge sempre su Kalinic, un intervento che vale come un gol.
 
LA CARICA DEI 101 – Il Milan prova a spingersi nell’area avversaria ma la retroguardia bianconera è ben organizzata e ne argina le iniziative. Suso riesce a metterla in mezzo per Kalinic che però trova l’opposizione col corpo di Lichtsteiner. 
Dybala prova due volte il tiro dalla distanza ma in entrambi i casi calcia troppo alto. 
Una bellissima azione della Juve porta Asamoah a liberarsi degli avversari e metterla in mezzo. Dybala finta e lascia scorrere per Higuain che finta ancora, beffa Rodrguez e poi lascia partire un rasoterra velenoso che batte sul primo palo e si insacca al 63’. È la rete numero 101 del Pipita in Serie A.
Il raddoppio degli uomini di Allegri sembra aver stordito il Milan. Rugani e Chiellini chiudono gli spazi e le iniziative a Suso, raddoppiando la marcatura. Quando serve, sono addirittura tre gli uomini sullo spagnolo.
La partita di Higuain è sontuosa, non solo per i due sigilli ma per il sacrificio e l’apporto decisivo alla manovra bianconera.
Mentre gli uomini di Montella non riescono a rendersi pericolosi, la Juve prova ad affondare per arrotondare ulteriormente il risultato ma deve accontentarsi della doppietta di Higuain che vale tre punti pesantissimi.