background

IL PIPITA BEFFA IL NAPOLI E PORTA LA JUVE A -1

Pubblicato il 01/12/2017
È Gonzalo Higuain a decidere la grande sfida del San Paolo. Basta infatti il gol del Pipita, e la stoica resistenza bianconera, a regalare tre punti importanti alla Juventus che si porta in vantaggio nel primo tempo e poi, nella ripresa, fa muro contro gli assalti asfissianti del Napoli che non riesce a trovare il guizzo per pareggiare i conti.
La squadra di Allegri ha una clamorosa occasione per raddoppiare nel secondo tempo con Matuidi che  calcia a colpo sicuro trovando però l’intervento miracoloso di Reina. 
La Juventus batte quindi il Napoli, al primo ko stagionale, grazie al gol del grande ex che scende in campo pochi giorni l’intervento alla mano e risponde ai fischi dei suoi ex tifosi alla maniera dei grandi campioni.
 
FORMAZIONE – Il dubbio della vigilia più grande di Allegri riguardava la possibilità o meno di schierare dal primo minuto l’ex Higuain. L’argentino scende in campo supportato da Dybala e Douglas Costa nel 4-3-2-1. Buffon tra i pali, De Sciglio, Benatia, Chiellini e Asamoah (che vince il ballottaggio con Alex Sandro) in difesa, Khedira, Pjanic e Matuidi a centrocampo. 
 
IL GOL DEL GRANDE EX – Il Napoli parte veloce e provoca subito un brivido ai bianconeri quando Pjanic si fa scippare il pallone da Allan che la mette in mezzo per Hamisk che non arriva però ad impattare il pallone.
La Juve risponde con la conclusione da distanza ravvicinata di Higuain mandata in corner da Reina. È proprio il Pipita a sbloccare il risultato al 12’, capitalizzando il contropiede lanciato da Douglas Costa. Il francese serve Dybala che cavalca in mezzo al campo fino a pescare Higuain che chiuso da due avversari trova lo spazio per mandarla in rete. 
Il Napoli accusa il colpo ma cerca abbastanza in fretta di riprendersi con Hamsik che conclude dal limite trovando però la risposta con i pugni di Buffon. I partenopei cercano di aggredire ma trovare spazi tra le maglie strette dei bianconeri non sembra cosa semplice. Quando Insigne prova ad approfittare di un errore di Chiellini concludendo da fuori area, Buffon riesce a deviare in corner. E ancora il capitano bianconero respinge la spizzata di testa ancora di Insigne sul calcio d’angolo. 
 
RESISTENZA BIANCONERA – Il Napoli torna dagli spogliatoi determinato a ripristinare il pareggio. La difesa bianconera continua a chiudere gli spazi e a farsi trovare organizzata nelle incursioni degli avversari, anche se nell’avvio della ripresa sembra concedere qualcosa in più rispetto al primo tempo. Ne approfitta la squadra di Sarri che ha un piglio diverso.
La squadra di Allegri fatica ad uscire dalla propria metà campo, chiusa dalla pressione asfissiante dei partenopei.
Allegri manda dentro Marchisio al posto di Khedira. La Juve trova subito un’azione offensiva che porta Matuidi alla conclusione a colpo sicuro dal limite dell’area piccola. Reina riesce straordinariamente a deviare in corner, lasciando il francese letteralmente esterrefatto. 
Douglas Costa lascia il campo a Cuadrado. Il brasiliano al San Paolo gioca una delle sue migliori partite da quando è arrivato a Torino, dando velocità al gioco dei suoi. Allegri cerca nel colombiano forze fresche, poi dà maggiore solidità in difesa con l’ingresso di Barzagli per De Sciglio. L’assalto del Napoli dura fino all’ultimo secondo di recupero ma la corazzata bianconera non cede e conquista tre punti importanti che la portano a -1 dalla squadra di Sarri.