background

UNA DOPPIETTA DI DYBALA AFFONDA L’UDINESE

Pubblicato il 11/03/2018
La Juventus vince la sua undicesima partita consecutiva grazie al doppio sigillo di Dybala. L’argentino, inarrestabile dopo il gol all’ultimo respiro con la Lazio, va a segno nel primo tempo con una delle sue punizioni perfette e poi nella ripresa, quando sfrutta il delizioso suggerimento di Higuain. Higuain che, sull’1-0, si fa parare un rigore da Bizzarri.
Gli uomini di Allegri continuano a mantenere inviolata la porta e superano momentaneamente il Napoli, in attesa che la squadra di Sarri giochi stasera il suo match con l’Inter. 
 
FORMAZIONE – Allegri cambia diverse pedine rispetto alla formazione che ha portato a casa i quarti di finale di Champions. Szczesny va tra i pali, De Sciglio, Rugani, Chiellini e Asamoah formano la linea difensiva; Marchisio torna titolare in mezzo al campo con Khedira e Sturaro ai suoi lati; in avanti, confermato il tridente offensivo composto da Douglas Costa, Higuain e Dybala.
 
CHE JOYA DI PUNIZIONE! – Il portiere polacco scalda subito i guantoni mandando in angolo la punizione calciata da Ali Adnan.
L’Udinese parte aggressiva e cerca di sfruttare i contropiedi, mentre i bianconeri con il passare dei minuti crescono di intensità e prendono possesso della palla, costringendo la squadra di Oddo ad attendere. 
Un fallo di Angella su Higuain vale un giallo per il difensore e un calcio di punizione per la Juve dalla zolla di Dybala. L’argentino va sul pallone e al 20’ porta i suoi in vantaggio con una pennellata perfetta sul primo palo su cui Bizzarri non può arrivare.
Dopo la rete dell’1-0, la squadra di Allegri abbassa un po’ il ritmo mentre l’Udinese cerca di alzare il baricentro. 
È ancora Angella a rendersi negativamente protagonista quando atterra Dybala in area. L’argentino raccoglie palla sul controllo sbagliato di Sturaro e il difensore dei friulani lo arpiona col piede. Sul dischetto al 38’ va Higuain ma Bizzarri si supera intercettando il pallone e mandandolo in corner.
Chiellini sfiora il raddoppio sul calcio d’angolo di Dybala. Il colpo di testa del terzino bianconero finisce di poco alto sulla traversa.
 
ANCORA DYBALA – Una bella combinazione Higuain-Dybala porta la Joya a segnare il raddoppio al 49’. Asamoah trova Higuain sul limite dell’area, il Pipita difende il pallone da Angella e appoggia per il connazionale che, davanti a Bizzarri, lo supera con un diagonale che vale il 2-0 e la sua doppietta personale. 
Il secondo gol della Juve abbassa visibilmente il ritmo della gara. La squadra di Allegri cambia velocità quando si presenta l’occasione, Higuain crossa davanti alla porta di Bizzarri ma Matuidi in corsa non riesce ad agganciare il pallone.
La partita del Pipita finisce al 73’ quando al suo posto subentra Mandzukic. 
Un’altra fiammata dei bianconeri porta Dybala a sfiorare la tripletta sul bel suggerimento di Douglas Costa. Bizzarri non si fa sorprendere sul primo palo e si oppone all’argentino. 
L’Udinese non sembra avere mordente: gli uomini di Oddo fanno fatica a portarsi in zona d’attacco e quando ci riescono non riescono a rendersi veramente pericolosi.