background

VITTORIA ED EUROPA VICINA. IL MILAN SI IMPONE PER 2 A 0 SULLA FIORENTINA

Pubblicato il 17/01/2016
Redazione
Federico Classetti

San Siro - Il Milan mostra la sua anima più cinica e vince soffrendo il match contro una Fiorentina mai doma sino alla rete del 2 a 0 che chiude la partita. Questo è il Milan di Mihajlovic, criticato dai molti e sena un apparente idea di gioco, si ritrova al sesto posto a tre lunghezze dalla Roma. Se poi le avversarie arrancano, escludendo le prime due, Napoli e Juventus, con prestazioni ordinate come quelle di questa sera i può realmente puntare al terzo posto proclamato dal Tecnico.  Di contro la Fiorentina non sembra in serata di grazia e non crea quei pericoli che si aspetterebbero dalla squadra di Sousa.
La tattica di Sinisa è semplice. Pressare alti per soffocare il palleggio viola nella loro metà campo. La formazione rossonera si schiera con un 4 4 2 di fantasia con Honda, Montolivo, Bonaventura e Bertolacci dal primo minuto, Boateng in panchina pronto ad entrare, davanti la coppia NIang Bacca. la Fiorentina risponde con un 3 4 2 1dal sapore offensivo con Borja Valero, Alonso, Ilicic e Kalinic pronti a impegnare la traballante retroguardia rossonera. Offensiva ma non incisiva, infatti le maggiori conclusioni arrivano dalla distanza e non impensieriscono Donnarumma, il più del tempo spettatore non pagante.
Fischio del primo tempo e il solito Bacca, sempre più leader, dopo 4 minuti di gioco prende in velocità la retroguardia viola, rientra sul destro a Tomovic e beffa con un tiro a giro Tatarusanu sul lato opposto. Sono 9 in questo campionato. Uno a zero quanto mai veloce e improvviso. La Fiorentina subisce il colpo ma reagisce alla ricerca del pareggio. Il Milan si schiera ordinato e non concede nulla. La prima azione del primo tempo è anche l'unica vera confezionata dai rossoneri ma tanto basta per concludere sull'uno a zero la prima parte di gioco.
La seconda frazione è identica alla prima, una Fiorentina scarsa di idee che non riesce a superare lo schieramento avversario che esegue alla perfezione il compito assegnatogli. La partita è anche più viva, prima Honda e poi Niang cercano la rete del raddoppio che Tatarusanu impedisce. Poi è il momento del Boa. Kevin Pince Boateng entra all'80°al posto di Niang, osannato dal pubblico di San Siro. Pochi minuti bastano all'asso naturalizzato Ghanese per riprendere li da dove aveva lasciato e segnare all' 88° la rete del definitivo 2 a 0. Nella serata di festa anche il ritorno il campo di Mario Balotelli. Entrato al posto di Bacca, mostra segni di ripresa colpendo anche un palo nei minuti di recupero.
Ottimo l'avvio del ritorno di campionato, il Milan conquista 3 punti contro una diretta avversaria per i posti Uefa e supera il suo record negativo dell'andata che lo vedeva ad un solo punto conquistato contro le prime 5 della classe. Che il lavoro di Sinisa stia finalmente dando i suoi frutti o ci ritroviamo nuovamente davanti il Milan a due facce, splendido in alcune partite e subito deludente nella successiva. La strada è ancora lunga ma contro l'Empoli si potrà vedere se sono illusioni o solide realtà.