background

IL MILAN SOVRASTA L'INTER. 3 A 0 AI CUGINI NEROAZZURRI

Pubblicato il 31/01/2016
Redazione
Federico Classetti

Il Milan si aggiudica il Derby di ritorno battendo con un secco 3 a 0 l'Inter di Mancini. I neroazzurri incassano altri tre gol e con i quattro contro la Juventus in coppa Italia sono 7. Sette reti che dimostrano come la difesa, punto di forza della squadra, stia attraversando un periodo di crisi che sta facendo crollare il castello dei sogni di Mancini. Di contro il Milan, sempre sotto la lente d'ingrandimento e bersagliato di critiche ha saputi tirare fuori tutto il carattere del suo allenatore al momento giusto vincendo senza fatica una partita dominata. Ora si trova a  -5 punti dai cugini e - 6 dal terzo posto della Champions.
La squadra messa in campo dal tecnico serbo è una squadra tosta con ogni elemento che questa sera ha giocato sopra le righe. 442 composto dal duo d'attacco Niang Bacca supportato da un Montolivo in stato di grazia che recupera palloni e reimposta e un Kucka che questa sembra un insieme di Kaka e Gattuso.  L'Inter risponde con un offensivo 4231 con Jovetic, Eder, Ljacic, Perisic e Brosovic contemporaneamente in campo. Assente Icardi, il bomber della squadra che come a Torino viene lasciato in panchina.
Il primo tempo è giocato su livelli intensi e le due squadre non sembrano pensare molto alla fase tattica. Azioni che dimostrano una voglia di vincere. Questa voglia è più incisiva nel Milan che al 35° passa in vantaggio. Primo gol subito dalla difesa neroazzurra da un cross aereo. Dagli sviluppi di un calcio d'angolo Honda indirizza la palla verso il centro dell'area, qui Alex salta più alto di Santon e buca Handanovic. Secondo gol stagionale del brasiliano e l'uno a zero è servito.  La partita si fa nervosa; a sentire la tensione è specialmente l'Inter.
Nervosismo che si ripercuote nel secondo tempo. Mancini viene allontanato ed esce con comportamento non nel suo stile dal terreno di gioco. Tutto nasce da un mancato rigore assegnato ad Eder per un fallo commesso dal  portiere del Milan Donnarumma che fa letteralmente infuriare il tecnico italiano. Dopo questo episodio la partita sembra indirizzarsi sui binari del pareggio. Al 25 Icardi (entrato nella ripresa) si procura un calcio di rigore. Sul dischetto lo stesso Icardi che spiazza il portiere. La palla però sbatte sul palo. Come nelle migliori leggi del calcio, da un gol sbagliato nasce un gol subito e infatti il Milan al 28°raggiunge la rete del raddoppio. Bacca in scivolata devia un cross di Niang. L'Inter da questo momento si sfalda definitivamente, senza tecnico e senza gioco i ragazzi di Mancini non riescono a reagire e tempo 4 minuti Niang segna il 3 a 0. Mancano quindi al termine della partita ma da questo momento le due formazioni non affonderanno più alcun colpo inciso.
Partita perfetta del Milan che finalmente può far esclamare al suo tecnico questa è la squadra che avevo in mente. Ora i rossoneri non devono commettere il consueto errore di smarrire la strada nella prossima partita ma devono dare continuità a questo risultato.