background

MILAN - TORINO: ROSSONERI AD UN PUNTO DALLA ZONA UEFA

Pubblicato il 27/02/2016
Redazione
Federico Classetti

Quinta vittoria nelle ultime 9 partite per Il Milan che finalmente ha trovato al quadratura del cerchio. Nel match del Meazza contro il Torino,  s’impone il Milan sotto una pioggia battente che rende difficile il gioco e la manovra. Mihajlovic può quindi festeggiare nella giornata dei 30 anni di presidenza di Berlusconi con il nono risultato utile consecutivo.
Questo risultato lascia ancora aperta la “Porta Champions” e riconcilia definitivamente lo strappo tra tifoseria e squadra che si era formato a inizio stagione dopo le prime partite senza risultato.  L’aspetto positivo da sottolineare è la crescita della squadra che dal piano del gioco e della manovra è lontana anni luce dalla brutta copia dei primi mesi. Di contro il Torino, schierato inizialmente con il 3 5 2, non ha reso facile la giornata ai padroni di casa cercando sino al 94imo la rete del pareggio.
La partita nel primo tempo si è mantenuto su ritmi equilibrati e azioni alternate tra i rossoneri e i granata. Ottime le folate di Honda e Niang che hanno impensierito Padelli per tutti i 45 minuti iniziali. Compresa una traversa al 30* su punizione. Dall’altra parte anche Donnarumma ha avuto il suo da fare sventando al 13* un tiro di Immobile ,destinato nello specchio, dopo un uscita avventata su Bruno Peres. Il Milan solo in chiusura della prima frazione riesce a trovare il gol del vantaggio con Antonelli dopo un azione rocambolesca da calcio d’angolo. Vantaggio meritato anche se lo zero a zero poteva essere il risultato ideale per il primo tempo. 
Nella ripresa il Torino prova in tutti i modi di riacciuffare la partita. Immobile, migliore tra i suoi, corre lungo tutto il fronte offensivo, creando superiorità e pensieri al Diavolo. Da una sua azione al 15* Donnarumma deve impegnarsi in una parata plastica per evitare la rete del pareggio. Il Milan, con il passare dei  minuti sembra calare lasciando spazio al Torino. Mihajlovic prova a coprirsi inserendo Boateng con al duplice finalità di incontrista/attaccante ma i ragazzi di Ventura continuano la loro fase di avvicinamento al pareggio. I rossoneri ormai schiacciati nella loro metà campo cercano la rete della sicurezza ma il Torino non lascia spazi di manovra e ripartenza. Al 40* il tecnico ospite prova il tutto per tutto inserendo Maxi Lopez e Martinez per un 4 2  4 totalmente offensivo. A nulla serve anche quest’ultimo tentativo, la diga meneghina resiste all’ultima violenta ondata e si aggiudica i tre punti.
Il Milan partito nel peggiore dei modi a settembre, adesso si ritrova ad un punto dal quinto posto e in attesa della sfida di domani sera tra Juventus ed Inter può ritenersi soddisfatto del lavoro svolto sin qui.