background

ATALANTA MILAN. SINISA NUOVAMENTE IN BILICO

Pubblicato il 03/04/2016
Cosi non va. Che sia l'effetto finale coppa Italia o un calo di forma fisica il Milan non riesce più ad imporre il proprio gioco. Si promette in ogni conferenza grinta e quinto posto ma in campo questi risultati non arrivano. Gli uomini di Sinisa durano un quarto d'ora per poi esser surclassati dalla squadra di casa. Il risultato è avere il Sassuolo ad un solo punto di distanza che incalza il sesto posto.
 
Il Milan era partito con il solito Sprint, partenza lampo e vantaggio al 5° del primo tempo. Stendardo colpisce con la mano la palla in area: Rigore che Luiz Adriano trasforma dal dischetto. Da quel momento i rossoneri iniziano a perdere terreno e lucidità, diminuiscono i ritmi e la squadra non riesce a raggiungere più la porta. L'Atalanta capendo la situazione modificano il 4-2-3-1 iniziale con uno spregiudicato 4-3-3 alla ricerca del pareggio. I bergamaschi aumentano il forcing e sul finire del primo tempo da calcio d'angolo arriva l' 1 a 1. Pinilla regala la sua quinta prodezza di rovesciata da quanto è all Atalanta per un gol che esalta i 20.000 del comunale.
 
Il secondo tempo riparte dalle emozioni del primo. L'Atalanta che ci crede e il Milan come spettatore non pagante. Al 65° De Roon cross nel mezzo dove Gomez, lasciato colpevolmente solo, deve semplicemente mirare per battere Donnarumma. Con il doppio svantaggio, Mihajlovic prova la carta Balotelli-Menez. Qualcosa sembra cambiare ma non è sufficiente per impostare il gioco o raggiungere il pareggio. Il risultato si fissa sul 2 a 1 per un Atalanta vicina la salvezza e un Milan sempre più in fase discendente.