background

NAPOLI, TRE GOL E TRE PUNTI

Pubblicato il 20/12/2015
Oggi il Napoli fa visita all’Atalanta per rialzare la testa e per riavvicinarsi alla vetta della classifica. A Bergamo non è facile però, la squadra di Reja è sempre una brutta bestia da affrontare ma Sarri sa come fare (e anche Higuain)….
 
PRIMO TEMPO – Reja si affida al 4 – 3 – 3 con il tridente formato da Maxi Moralez, Denis e Gomez. Anche Sarri propone il solito 4 – 3 – 3 con Higuain supportato da Callejon e Insigne. Già dai primi minuti l’Atalanta fa vedere chi è e al 3’ ci prova con Maxi Moralez che però, calcia sul portiere. Nulla di fatto ma i bergamaschi alzano fin da subito la guardia. Al 14’ però Higuain spreca una ghiotta occasione: solo davanti al portiere, scarica il tiro sulla destra ma il portiere Bassi (che oggi sostituisce Sportiello), si tuffa e respinge. La gara è equilibrata e regala anche qualche brivido. Ma un’altra vera occasione da gol arriva solo al 43’ con Grassi che aggancia un passaggio e ci prova dai 20 metri, con la palla che viene respinta da Reina. La prima frazione si chiude sullo 0 a 0 con le squadre che giocano un bel calcio.
 
SECONDO TEMPO – I restanti 45’ di gioco sono più scoppiettanti tanto che, al 52’, il Napoli va in vantaggio grazie ad un rigore per un fallo di mano del centrocampista atalantino Marten de Roon. Sul dischetto va Marek Hamsik che calcia la palla che dapprima colpisce il palo per poi insaccarsi alle spalle di Bassi). Nemmeno il tempo di festeggiare però, che al 54’, Gomez pareggia grazie ad un’intuizione, una botta fortissima, imparabile per il portiere partenopeo. Ma il Napoli non si scoraggia, vuole a tutti i costi questa vittoria e al 62’ passa di nuovo in vantaggio con Higuain che incorna un calcio d’angolo e segna sulla sinistra. Nonostante il Napoli sia rimasto in dieci (espulso Jorginho per doppio giallo), all’85’ Higuain, in contropiede, sigla il terzo gol. Al 91’ anche l’Atalanta resta in dieci dopo il rosso diretto a Paletta e la squadra ospite guadagna l’ennesimo calcio di rigore. Sul dischetto va di nuovo lui, Marek Hamsik, che ancora una volta, calcia malissimo. Nulla di fatto, l’occasione di segnare il quarto gol è stata sprecata amaramente.
Mentre l’Atalanta in questo secondo tempo risulta non pervenuta, il Napoli può finalmente tirare un sospiro di sollievo, guadagnando tre punti preziosissimi per la classifica