background

TESTA E CUORE: COSI' IL NAPOLI VINCE E MANTIENE IL PRIMATO

Pubblicato il 16/01/2016
Siamo al giro di boa e dopo aver conquistato il titolo di Campione d’Inverno, il Napoli, contro il Sassuolo, deve assolutamente fare punti per affermarsi nella corsa allo scudetto e per mantenere le distanze dalle squadre avversarie. La squadra di Di Francesco crea non pochi problemi ma alla fine i partenopei hanno la meglio…
 
PRIMO TEMPO – Privo di Koulibaly, Sarri schiera Hysaj e Goulham terzini, mentre al centro si posizionano Albiol e Chiriches. Nessuna novità invece a centrocampo dove giocano Allan, Jorginho e Hamsik. Il tridente d’attacco è ancora formato da Callejon, Higuain e Insigne. 4 – 3 – 3 anche per Di Francesco che però rivoluziona l’attacco e schiera Politano, Falcinelli e Sansone. A difendere Consigli ci sono sempre Vrsaliko, Ariaudo, Acerbi e Peluso. Manganelli ancora regista con le mezze ali Missiroli e Duncan. 
La partita si mette subito male per i partenopei che al 3’ vanno in svantaggio a causa di Albiol che, dopo un’entrata in scivolata su un avversario, fa sì che al Sassuolo venga assegnato un calcio di rigore. Sul dischetto va Falcinelli che spiazza Reina. È 1 a 0 per gli ospiti ma il Napoli non si fa sopraffare e al 12’ Higuain, dopo aver ricevuto un bel filtrante, tira ma la palla viene respinta in corner. Il gol del pareggio arriva solo al 19’ con Callejon che, lasciato solo davanti alla porta, insacca la rete di testa. Dopo il pareggio però, i padroni di casa mollano un po’ la presa e al 29’, Politano, lasciato solo in area di rigore, prova una conclusione verso l’angolino basso di sinistra ma Reina non si fa beffare. Nonostante il Sassuolo attualmente metta in seria difficoltà chiunque gli si presenti davanti, al 35’ Insigne ci prova ma la palla finisce di poco al lato. E al 42’ Higuain trova il gol del 2 a 1 su assist di Hamsik. Il gol del vantaggio dà sprint ai padroni di casa che sullo scadere, danno spettacolo. Il primo tempo si chiude così con il Napoli, dopo le difficoltà iniziali, trova il guizzo per andare in vantaggio e fa vedere chi comanda veramente. Bene anche il Sassuolo che non abbassa mai la guardia. 
 
SECONDO TEMPO – Bell’inizio di secondo tempo, con il Napoli che parte subito arrembante e al 48’ ha un’occasione con Higuain che però manda la palla troppo fuori sulla sinistra. Al 51’ un errore della difesa verdenera fa sì che l’attaccante argentino arrivi sul pallone e tiri verso la porta ma la sfera termina di nuovo fuori. In questa seconda frazione di gioco i partenopei non solo giocano meglio ma dettano il ritmo e l’andamento della gara e fino alla fine, cercano in tutti i modi di chiudere la partita. Il Sassuolo sembra ormai stanco ma sullo scadere ha una fiammata che impaurisce i padroni di casa con Pellegrini che ci prova di testa. Ma il Napoli è inarrestabile e al 93’ trova il terzo gol grazie ad Higuain
 
Gol di Callejon e doppietta di Higuain: vittoria di testa per la squadra di Sarri che riesce a mantenere il primato in classifica.  Complimenti anche al Sassuolo che si rivela come la squadra che dà più fastidio alle grandi…