background

IL NAPOLI VINCE DI RIGORE

Pubblicato il 13/03/2016
Palermo – Napoli, una sfida tra squadre agli antipodi, l’una che lotta per la salvezza e l’altra che invece crede ancora nello scudetto. Dopo l’ennesima vittoria della Juventus, la squadra di Sarri non può commettere passi falsi e stasera ottiene i tre punti tanto desiderati contro una squadra ultimamente governata dal caos e che trova sulla panchina l’ennesimo allenatore…
 
PRIMO TEMPO – Novellino, neo allenatore rosanero, si affida al 4 – 3 - 3 con il tridente d’attacco formato da Vazquez, Quaison e Gilardino. Con Goldaniga e Lazaar indisponibili, c’è Andelkovic in coppia con Gonzalez al centro della difesa; confermato Pezzella sulla corsia di sinistra. Sarri invece può gioire: Hamsik recupera dallo stato influenzale e si posiziona a centrocampo insieme ad Allan e Jorginho. Il ballottaggio tra Insigne e Mertens è stato vinto dall’italiano che va in attacco insieme a Callejon ed Higuain. Parte subito bene il Napoli che nel giro di due minuti, ci prova con Insigne che prima tira dal limite dell’area e un minuto più tardi, si fa mandare la palla in calcio d’angolo da Sorrentino, che compie un vero e proprio miracolo. I partenopei hanno in mano la partita e al 22’, Albiol ne approfitta di un fallo di Andelkovic e Rocchi concede un rigore: sul dischetto va Higuain che spiazza il portiere. È 1 a 0 per il Napoli che, nonostante l’accentuazione del difensore spagnolo, si merita questo vantaggio. Al 43’ però, un guizzo del Palermo impensierisce Reina che deve mandare in calcio d’angolo un tiro di Vazquez che riceve un filtrante e tira sulla sinistra. Il primo tempo si chiude così, con gli ospiti che meritano il vantaggio ma devono stare attenti alla squadra di casa che è viva. 
 
SECONDO TEMPO – Anche nella seconda frazione di gioco i padroni di casa non mollano la presa ma al 56’ ci prova Insigne con un traversone. La squadra di casa però ci mette il cuore e più volte impaurisce la difesa azzurra grazie alle incursioni di Quaison e Vazquez. Il Napoli ha comiunque in mano la partita e all’80’ ci prova anche David Lopez (entrato al posto di Hamsik) che calcia all’interno dell’area ma Sorrentino c’è. 
 
Il Napoli si porta a casa la partita e i tre punti e può continuare a sognare. Se la Juve continua a vincere, la squadra di Sarri non demorde…