background

UNA BELLA UDINESE FERMA LA CORSA DEL NAPOLI

Pubblicato il 03/04/2016
La 31^ giornata di Serie A si apre con la gara Udinese – Napoli delle 12:30. Dopo la sosta, le due squadre tornano a giocare sul campo che ha ospitato la Nazionale. E’ una sfida agli antipodi della classifica con l’Udinese che vuole allontanarsi dalla zona retrocessione mentre il Napoli deve tenere il passo della Juve ma perde amaramente.
 
PRIMO TEMPO – De Canio si affida ad un 3- 5 -2 e dà spazio a due ex, ovvero Zapata ed Armero (che si posiziona sulla corsia di sinistra). Sarri invece schiera il solito 4 – 3 - 3 con l’unica novità di Gabriel in porta (Reina non ce la fa e si siede in panchina). Chi ce la fa è invece Hysaj che va sulla destra.
Nei primi minuti la partita è equilibrata e le squadre si studiano. La gara si sblocca però al 14’, quando viene dato un rigore all’Udinese, dopo che Koulibaly falcia letteralmente un avversario. Sul dischetto va Bruno Fernandes, Gabriel intuisce la traiettoria ma non riesce ad arrivare sul pallone. E’ 1 a 0 per l’Udinese. I partenopei però non si demoralizzano e tentano più volte il pareggio finché non lo trovano con Higuain che, al 24’, calcia potentissimo sulla destra e Karnenzis non può farci nulla. Un minuto più tardi, altro brivido per gli ospiti, quando viene concesso il secondo penalty all’Udinese ma stavolta il portiere degli azzurri, para in due riprese il tiro di Bruno Fernandes. Questo episodio però non intimidisce le due squadre che conducono una partita spettacolare, con occasioni da entrambe le parti. Al 34’ ci provano i padroni di casa con Widmer che tira dal limite dell’area ma Gabriel c’è. Dieci minuti più tardi invece, ghiotta occasione per Insigne che aggancia un cross e tira ma Karnenzis ci arriva. Ma al 45’, Bruno Fernandes si rifà del rigore sbagliato e segna la rete del 2 a 1 beffando il portiere partenopeo, sfruttando ad un assist di Zapata. 
In questi primi 45’, si è assistito ad una bella partita, molto equilibrata, con l’Udinese che intimorisce la squadra che lotta per lo scudetto.
 
SECONDO TEMPO – La seconda frazione si apre a ritmi elevati, il Napoli vuole pareggiare mentre l’Udinese fa di tutto per contenere la furia degli avversari. Al 57’ i padroni di casa segnano il terzo gol con Thereau che raccoglie un cross di Widmer e calcia verso la porta. Gol meritato da parte dei padroni di casa che conducono una partita superlativa. Dieci minuti più tardi, Insigne prova a riaprire la partita con un tentativo dalla destra ma la palla va troppo larga oltre il palo sinistro. Per il Napoli si mette veramente male e al 75’ resta in dieci uomini dopo l’espulsione di Higuain per doppio giallo. Nonostante l’inferiorità numerica, gli ospiti cercano in tutti i modi di pareggiare i conti e all’86’, Hamsik intercetta un calcio d’angolo ma la palla arriva oltre il palo destro. Niente da fare dunque, i padroni di casa oggi sono più forti.
 
La partita termina così, con una bella Udinese che domina per 90’, che si merita il vantaggio e che mette in seria difficoltà la squadra che è in lotta per lo scudetto. Con la vittoria di oggi, la squadra di De Canio ipoteca la salvezza mentre il Napoli si allontana di altri tre punti dalla prima in classifica. Sogni sfumati per lo scudetto? Il Campionato è ancora lungo….