background

FINALE: GERMANIA-ARGENTINA, A CACCIA DELLA TERZA COPPA DEL MONDO E MESSI CERCA L'IMMORTALITA'. INVASIONE ALBICELESTE A RIO

Pubblicato il 12/07/2014
Appuntamento con la storia per l'Argentina. A poco più di 24 ore dalla finalissima mondiale del Maracanà, cresce l'attesa in casa Albiceleste per l'ennesima sfida contro la Germania. Sono infatti ben sei i precedenti nella Coppa del Mondo tra sudamericani e teutonici con una netta predominanza dei tedeschi (4 vittorie, un pareggio e una sola sconfitta, nel 1986 all'Atzeca). E' un appuntamento con la storia non solo per una nazione, per una squadra, per milioni di tifosi, ma anche per un giocatore, da anni paragonato a Diego Armando Maradona, l'ultimo a portare la Coppa del Mondo a Buenos Aires: Lionel Messi. La "Pulce" ha un curriculum incredibile a livello di club, ma nella sua bacheca manca solo un trofeo per consegnarlo all'immortalità. Quel trofeo per il quale scenderanno in campo Germania e Argentina. Per l'Albiceleste c'è da vendicare lo sconfitta beffarda di Roma del 1990 e poi il doppio ko del 2006 e del 2010, sempre nei quarti di finale.
 
Sarà il passo di addio per il ct Alejandro Sabella che ha ribadito che la finale mondiale sarà la sua ultima partita sulla panchina biancoceleste. "Adesso penso soltanto alla finale, pensare ad altro sarebbe irrispettoso e fuori luogo, ma ora ho raggiunto l'obiettivo che mi ero prefissato e comunque vada è stata una bella avventura quella sulla panchina dell'Argentina".
Venendo alla formazione Sabella spera ancora di poter recuperare in extremis Angel Di Maria. Il talento del Real Madrid, reduce dallo stiramento alla coscia accusato contro il Belgio si sta allenando già da due giorni, intensificando i ritmi e i carichi di lavoro. Certo averlo, anche solo in panchina, domani sera, sarebbe quasi un miracolo, ma visti i recuperi lampo di alcuni giocatori in questi mondiali (è il caso del cileno Medel o dello stesso Aguero) tutto è ancora possibile. Ma non preoccupa soltanto Di Maria, il terzino Rojo è uscito anzitempo dalla partitella per una botta alla caviglia destra ed è quindi in dubbio per la finale. Ci sarà invece Mascherano, che si è procurato un bizzarro infortunio contro l'Olanda, che non gli impedirà comunque di essere presente alla partita delle partite. A parte il dubbio Di Maria l'undici prescelto da Sabella dovrebbe vedere Romero in porta, Zabaleta, Demichelis, Garay e Rojo sulla linea difensiva, Mascherano, Biglia, Perez e Lavezzi a centrocampo con Higuain e Messi in avanti. In caso di recupero di Di Maria ad uscire sarebbe Perez. 
 
Intanto è iniziata l'invasione della Torcida argentina al seguito della Seleccion. Saranno oltre cinquantamila i tifosi biancocelesti attesi a Rio. Prezzi alle stelle e biglietti esauriti. Gli ultimi preziosi tagliandi disponibili dai bagarini si vendono ad oltre 1300 euro. Tanti i tifosi vip che seguiranno le sorti dell'Albiceleste, da Papa Francesco, al Pibe de Oro, fino a Javier Zanetti, tutti uniti per inseguire il sogno della terza Coppa del Mondo.