background

L'ITALIA VINCE A FATICA CON GLI AZERI (2-1). E' CHIELLINI-SHOW: 2 GOALS ED UN'AUTORETE!

Pubblicato il 10/10/2014
L'Italia di Conte va. Dopo l'esordio vincente contro la Norvegia, l'ItalJuve di Conte batte anche l'Azerbaijan, superandolo di misura nel finale per 2-1, grazie al goal decisivo di Chiellini. Si è trattata di una vittoria sofferta, anche se fino al sorpendente pareggio degli Azeri, messo a segno al 76',  tutto sembrava marciare invece verso una vittoria in assoluta tranquillità. Conte sceglie nell'undici titolare Pirlo, come perno del suo 3-5-2 tattico. L'Azerbaijan risponde con un 4-4-2 molto attento in copertura.
L'Italia inizia con buoni propositi il match: dopo 5' Marchisio calcia alto su imbeccata di Immobile, L'attaccante del Borussia è molto vivace e crea spazi sulla destra. Al 13' l'Italia torna a sfiorare il vantaggio con Zaza, che devìa involontariamente un tiro di Bonucci, creando grattacapi ad Agayev. Gli Azeri reggono comunque bene il campo, chiudendo le corsie laterali a De Sciglio e Darmian. L'Italia fatica dunque a sfondare e deve affidarsi ai calci piazzati di Pirlo per creare grattacapi agli avversari: al 26' è Bonucci di testa a colpire, su assist proprio di Pirlo su calcio d'angolo, Agayev salva; poi al 37' è la volta di Ranocchia, ma anche il suo colpo di testa finisce alto di poco, anche qui imbeccato dal ''sempreverde'' Pirlo; Infine, quando già ci si preparava ad andare negli spogliatoi su un insoddisfacente 0-0, ecco ancora Pirlo accendere la scena. Dalla bandierina del corner, lo juventino pesca il compagno di club Chiellini, che di testa anticipa Agayev (goffo nell'intervenire) e porta in vantaggio gli azzurri. Lo stadio di Palemo si accende sul goal dell'Italia e nel Barbera parte la ''ola'' dei presenti. Si va dunque negli spogliatoi meritatamente in vantaggio e col sostegno dei tifosi. 

Nel secondo tempo l'Italia parte molto determinata, desiderosa di chiudere subito il match con un 2-0 che taglierebbe le gambe alla resistenza azera. Così al 47' è Zaza con una bella rovesciata a calciare di poco a lato dalla porta di Agayev. Gli azzurri in questa fase si dimostrano più squadra rispetto al primo tempo e orchestrano varie azioni corali, tese ad accerchiare e a mettere in difficoltà gli avversari, per la verità già non particolarmente trascendentali anche di loro...Il ritmo di gara scende un pò però col trascorrere dei minuti ed è il solo Zaza ad accendere la platea con le sue giocate aeree acrobatiche. Poi al 76', praticamente dal nulla, ecco arrivare come una doccia fredda il pareggio dell'Azerbaijan: da un insidioso calcio d'angolo (uno dei pochissimi concessi dall'Italia agli avversari) Chiellini interviene goffamente nel tentativo di anticipare l'attaccante ospite e finisce invece col combinare una vera e propria ''frittata'', a cui Buffon non riesce a porre rimedio. Incredibile, 1-1 e tutto da rifare per gli azzurri. Gli ultimi dieci minuti diventano a questo punto infuocati, nel tentativo di recuperare quei 3 punti che sono svaniti d'incanto, senza che l'Azerbaijan abbia neanche dovuto tirare in porta. Ci prova allora Bonucci, ma il suo tiro è fuori (80'). Conte inserisce allora Candreva e Giovinco, nel tentativo di trovare il guizzo risolutivo. E le scelte premiano il C.T.: all'82' proprio Giovinco ispira Chiellini, che si fa perdonare l'autogoal portando nuovamente avanti l'Italia sul 2-1. Il difensore realizza così la sua doppietta, sempre di testa sul primo palo, diventando ancora di più l'uomo decisivo del match. Gli azzurri a questo punto volano sulle ali dell'entusiasmo e sfiorano anche il terzo goal, prima con Immobile (85',  l'attaccante va in rete ma viene fermato da una ''carica'' di Zaza su Agayev) e poi anche con l'ottimo Giovinco, che colpisce la traversa al 91', con un gran tiro a giro sul secondo palo. Infine al 93' ancora Immobile gonfia la rete azera, ma vede la sua esultanza fermata dal fuorigioco segnalato dall'arbitro Gocek. Finisce qui, l'Italia di Conte può così volare a punteggio pieno in testa al girone a quota 6, insieme solo alla Croazia, vittoriosa in Bulgaria. Lunedì sera ad attendere gli azzurri ci sarà poi il match contro Malta, una gara che potrebbe lanciare ancora di più l'Italia verso gli Europei di Francia...