background

VERSO ITALIA-SVEZIA, LE ULTIME DAGLI ALLENAMENTI!

Pubblicato il 16/06/2016
Ci siamo. Si avvicina ormai a grandi passi il secondo appuntamento europeo per gli Azzurri di Conte: domani alle 15:00 l’Italia sarà infatti di scena a Tolosa, contro la Svezia di Ibrahimovic. Dopo il buon esordio di Lione, i nostri Azzurri sono chiamati a dare continuità ai risultati, battendo gli scandinavi e conquistando già venerdì pomeriggio la qualificazione agli Ottavi di Finale. Questa mattina gli Azzurri hanno sostenuto una lunga seduta video, prima di effettuare il riscaldamento ed una partitella finale, in cui Conte ha provato la formazione da opporre alla Svezia. Inutile dire che quest’ultima parte dell’allenamento si è svolta rigidamente top secret, lontano da occhi indiscreti. Da quello che sappiamo, non dovrebbero comunque esserci grossi cambi rispetto alla gara col Belgio e l’unico che potrebbe essere messo in discussione è Darmian, che a Lione non si è visto molto. Al suo posto è pronto naturalmente Florenzi. Squadra riconfermata praticamente in blocco dunque, dopo la prima gara. Ed anche Pellè dovrebbe farcela dunque a recuperare dagli acciacchi post-Belgio. Nella Svezia invece ci sarà più di un cambio rispetto alla gara pareggiata (soffrendo…) contro l’Irlanda. Il CT Hamren, tenendo fermo il 4-4-2 consolidato, in difesa perde una pedina importante come Lustig, al suo posto spazio per Olsson. Ma è a centrocampo che gli scandinavi proveranno a cambiare pelle ed a mostrare più vivacità: spazio all’ex Juve Ekdal ed al palermitano Hiljemark, mentre in attacco John Guidetti sembra averla spuntata su Berg come partner d’attacco di Ibrahimovic.
Per la Svezia la gara di domani è ancora più cruciale di quanto non lo sia per noi: dopo l’esordio non proprio convincente, i gialloblù devono cercare di vincere, se vogliono continuare ad avere qualche speranzella di andare avanti in questi Europei. Conte lo sa, così come sa che l’euforia per la prima gara vinta potrebbe aver un po’ distratto il gruppo azzurro. Ecco allora che il nostro Commissario Tecnico richiama alla mente il precedente di due anni fa: anche allora, ai Mondiali brasiliani, la nostra Nazionale partì molto bene con una vittoria convincente sugli inglesi. Peccato però che poi, tra Costarica ed Uruguay, l’Italia non riuscì a mantenersi all’altezza delle aspettative e la qualificazione se ne volò presto via. Occhio allora a non montarsi la testa, perché anche domani pomeriggio ci sarà da dare battaglia.
Facendo poi gli scongiuri del caso, c'è da dire che il bilancio recente dei confronti europei tra Italia e Svezia è a nostro favore: nel 2000 il primo confronto avviene in amichevole e sono gli Azzurri a spuntarla per 1-0 con un goal di Del Piero; agli Europei di Belgio/Olanda dello stesso anno poi è ancora il nostro Tricolore a prevalere per 2-1, ed anche allora le due squadre si incontravano nel girone eliminatorio. Quell’Italia di Zoff arrivò poi fino all’atto finale della competizione, perdendo la Coppa solo nei supplementari col goal-beffa di Trezeguet. Ma questa è un’altra storia… Tornando poi ai confronti recenti tra Italia e Svezia, nel 2004, sempre nel girone eliminatorio, finì 1-1 con reti di Ibrahimovic e Cassano. Questo precedente rimane un po’ indigesto nella memoria italica, perché in quello stesso girone a qualificarsi fu alla fine proprio la Svezia, grazie al pari pirotecnico con la Danimarca per 2-2, passato alla storia come il famigerato ‘’biscotto’’ scandinavo. Infine, l’ultimo confronto in assoluto tra le due nazionali risale addirittura a 7 anni fa: il 18 novembre del 2009 a Cesena in amichevole gli Azzurri superarono la Svezia per 1-0, con goal di Giorgio Chiellini. E chissà che il nostro difensore non possa ripetersi anche domani pomeriggio…