background

ITALIA PRIMA NEL GIRONE GRAZIE AL BELGIO: ORA SOTTO CON CROAZIA, SPAGNA O REPUBBLICA CECA

Pubblicato il 18/06/2016
Ora c'è la certezza matematica, grazie alla vittoria del Belgio contro l'Irlanda, gli azzurri sono primi nel girone. A questo punto è possibile dare uno sguardo a quella che sarà l'avversaria negli ottavi di finale, ovvero la seconda del gruppo D (match lunedì 27 alle ore 18 allo Stade de France). E com'è quindi la situazione al momento nel gruppo D? Al secondo posto c'è la Croazia, che non evoca bei ricordi, ricordando la sconfitta al Mondiale 2002 ed il pari ad Euro2012. Va detto però che la situazione in classifica non è ancora certa: la Spagna potrebbe scendere al secondo posto perdendo lo scontro diretto con i croati all'ultima giornata. Senza dimenticare che la Repubblica Ceca, battendo la Turchia quasi eliminata, può sperare nella sconfitta della Croazia e poi fare il conto della differenza reti e dei gol segnati. Infine non va dimenticato che lunedì l'Uefa deciderà se eliminare la Croazia per gli incidenti di Saint-Etienne e a quel punto rientrerebbe in gioco anche la Turchia. Insomma Conte sa a quale girone guardare ma per conoscere quale delle quattro sarà l'avversaria dei suoi ragazzi c'è ancora da aspettare.

Nel frattempo il commissario tecnico azzurro, dopo aver affrontato la Svezia in uno stadio quasi completamente giallo scandinavo, chiama a raccolta i tifosi italiani, chiedendo maggior supporto dagli spalti, specie dopo la qualificazione. Conte è chiaro "C’erano 9 mila tifosi italiani e non si vedevano. Mi piacerebbe che alle partite anche i nostri tifosi indossassero una maglietta azzurra, basta una normale t-shirt. Per far vedere che siamo uniti. Che siamo una cosa sola". Come dargli torto?

Tornando al campo di gioco quindi sono tre, in teoria quattro, le possibilità per gli ottavi mentre di sicuro c'è che l'Italia giocherà, come già sottolineato, lunedì 27 giugno alle ore 18, allo Stade de France e si assesta alla destra del tabellone, dove troverà Germania e Francia se dovessero vincere i rispettivi gironi. E' ovvio che vada come vada ci sarà da soffrire. Diventa inutile invece l'ultima partita del gruppo eliminatorio e Conte potrà lavorare con serenità sul turnover, dando spazio a chi non ha ancora giocato o ha giocato poco. Non giocherà Buffon, febbricitante ma anche diffidato dopo un cartellino giallo piuttosto inutile preso nel minuto finale del recupero contro la Svezia. Il portiere restando seduto in panchina eviterà così che qualcuno possa accusarlo, in caso di ulteriore giallo, di aver calcolato come saltare gli ottavi per poi tornare in campo nei più insidiosi quarti. Non ci sarà neppure Candreva apparso molto provato fisicamente dopo la gara contro gli svedesi. E poi ovviamente tra quelli che fino ad ora sono stati titolari in tanti riposeranno, come è giusto che sia, perché dagli ottavi in poi la strada si fa ancora più ardua e sbagliare non è concesso a nessuno.