background

IL SUCCESSO SULLA SPAGNA ACCENDE IN CONTE LA NOSTALGIA: ''SPERO DI SEDERMI DI NUOVO SULLA PANCHINA AZZURRA, EMOZIONI UNICHE''

Pubblicato il 27/06/2016
Intervistato subito dopo la grandissima vittoria contro la favorita Spagna, il difensore centrale dell’Italia e della Juventus Giorgio Chiellini, autore della rete che ha sbloccato la gara al 33′ del primo tempo, ha commentato la grande prestazione degli azzurri che vale l’accesso ai quarti di finale: “Avevamo un po’ di rivincite da prenderci e siamo riusciti a dare quel qualcosa in più. Tutti i ragazzi hanno voluto fortemente questa vittoria e alla fine è arrivata con merito: credo anzi che avremmo potuto chiuderla molto prima ed evitare di rischiare negli ultimi 15 minuti ma per fortuna in porta abbiamo San Buffon che ha parato tutto e ci ha evitato dispiaceri”.
Riguardo l'approccio della squadra, che ha fin da subito messo alle stretta la Spagna nella propria area di rigore: “Non credo che loro si siano fatti sorprendere dal nostro modo di affrontarli oggi perché nell’ultimo precedente di Marzo avevamo fatto una partita molto simile. E’ davvero molto bello per noi prenderci questa soddisfazione dopo il loro dominio negli ultimi anni”.
Ora gli azzurri sono chiamati ad una nuova impresa nei quarti di finali contro la Germania: “L’Europeo durerà per altre due settimane e noi, pensando partita per partia, proveremo ad arrivare il più lontano possibile: adesso viene il bello. Germania? Si affronteranno due grandi squadre, anche se siamo consapevoli che per batterli dovremo fare qualcosa di più della gara di oggi”.

"Ancora una volta abbiamo dimostrato grande spirito di sacrificio e non solo soffrire quando c'era da farlo e ripartire vogliosi sapendo cosa fare, Alla fine però, forse troppo alla fine abbiamo raddoppiato, siamo contenti"
queste invece le parole di Graziano Pellè, autore del raddoppio azzurro. L'attaccante ha poi racocntato un divertente aneddoto sul primo gol di Chiellini: "Chiellini che era con me in barriera ad un certo punto mi ha detto, Eder adesso tira io mi giro e vado a fare gol e così è stato. Quindi mi è sembrato di rivedere un'azione già vinta".

Quindi il ct Antonio Conte non può non fare i complimenti ai suoi ragazzi dopo una così grande partita: "I ragazzi hanno fatto qualcosa di importante, fuori dall’ordinario. Ma lo dicevo già prima, dopo è facile dirlo. I ragazzi sono stati straordinari“.
“Adesso c’è da recuperare, ci aspetta un’altra partita tostissima contro la Germania. Però abbiamo dimostrato che l’Italia non è il catenaccio“ ha poi spiegato l'allenatore azzurro “Il più bel complimento ce lo ha fatto Xavi, non uno qualunque, che ha detto che l’Italia gli ricorda in parte l’Atletico Madrid ed in parte il Barcellona. Questa squadra è stata straordinaria”.
Ma la testa di Conte è già proiettata alla prossima gara con la Germania campione del mondo: “sfida da brividi, sarà difficilissima, ancora più dura di oggi. Dispiace per l’assenza di Thiago Motta che non ci sarà per squalifica, perché è il nostro dodicesimo uomo in campo. Adesso recuperiamo, godiamoci la vittoria”.
Infine ancora una battuta sulla sfida contro i tedeschi e una chiosa del tutto persona ed inaspettata di cui, scommettiamo, si parlerà a lungo nei prossimi giorni: “se oggi è stata una impresa, contro la Germania servirà una impresa titanica e super straordinaria. Mi auguro un domani di potermi risedere di nuovo su questa panchina, le emozioni che dà la Nazionale non le dà nessuna squadra”.