background

DI FRANCESCO: ''CI SIAMO COMPLICATI LA VITA DA SOLI''

Pubblicato il 27/09/2017
Al termine di Qarabag-Roma queste le parole di Eusebio Di Francesco, tecnico dei giallorossi: ''Ci siamo presi i tre punti in un ambiente difficile, ma se il Qarabag è arrivata ai gironi di Champions, vuol dire che ha delle qualità... Noi poi ci siamo un po' complicati la vita da soli. La mentalità va costruita all'interno... L'anno scorso la Roma è uscita ai playoff (contro il Porto, n.d.r.), quest'anno invece stiamo giocando i gironi e abbiamo 4 punti: in Champions non è mai facile vincere. Siamo contenti di questo''. Di Francesco ha una visione molto pragmatica delle cose: ''Quando si vince non ci può essere rammarico. Dovevamo gestire meglio i due goal di vantaggio, ma ricordiamoci che la Roma non vinceva da tanto in Champions e ci sono sempre dei motivi, è una questione di abitudine. Si poteva vincere sicuramente meglio, ma era importante portare a casa i punti. In altri match abbiamo giocato meglio, ma poi abbiamo perso".
Alle parole del tecnico fanno eco anche quelle di Edin Dzeko, a segno in occasione del momentaneo 0-2: ''In questo match era più importante vincere, che giocare bene. Dovevamo chiuderla nel primo tempo, invece abbiamo subìto il loro goal ed abbiamo sofferto. Però alla fine abbiamo preso i 3 punti. Nei primi 15 minuti abbiamo fatto due goal, meglio di così non potevamo iniziare! Poi la rete presa ha dato fiducia al Qarabag, che ha iniziato a pressarci e non siamo più riusciti a fare il nostro gioco. Non era facile vincere, ma ce l'abbiamo fatta e questo era l'importante. Anche le grandi squadre soffrono e quando succede bisogna farlo tutti insieme. Anche questa è una qualità''.
Chiudiamo con le parole di Radja Nainggolan, stranamente un pò in ombra quest'oggi: ''L'importante era vincere... Non abbiamo fatto una buona partita, però ci portiamo via i tre punti e siamo soddisfatti. Abbiamo iniziato molto bene: abbiamo segnato subito, poi abbiamo raddoppiato e sfiorato il terzo goal. Da lì abbiamo finito, non abbiamo più fatto vedere il nostro gioco. Non ci sono scuse del campo o altro, però salviamo i tre punti. Non lo so, forse abbiamo sottovalutato un po’ l’impegno, ma l’importante era vincere''