background

ROMA AVANTI DI RIGORE: DECIDE PEROTTI(1-0)

Pubblicato il 25/10/2017
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A ROMA

La Roma di Di Francesco vince ancora e, dopo Torino, supera di misura anche il Crotone. Il goal-partita è firmato da Perotti, che dal dischetto ha battuto Cordaz dopo 10' di gara. Nell'episodio decisivo è stato decisivo l'arbitro Manganiello, che ha concesso un rigore generoso alla Roma per un contatto in area tra Mandragora e Kolarov. Tutto il resto è contorno, con la Roma che ha provato a più riprese a raddoppiare senza riuscirci, mentre il Crotone è rimasto sornione tutta la gara, aspettando un'occasione che alla fine non è arrivata. Per questa gara Di Francesco rivoluziona ancora la sua Roma, con Karsdorp titolare a destra ed il ritorno di Fazio al centro, con Moreno. In mezzo al campo ci sono poi le novità Gonalons e Gerson insieme all'inossidabile Nainggolan. In attacco infine spazio ad Under, col ritorno di Perotti dal primo minuto, Nel 4-4-2 ordinato dei calabresi il tandem d'attacco è invece composto da Budimir e Nalini. La gara si accende al 9' con Kolarov: lo spacca-partite giallorosso fa partire un bel tiro a giro da fuori area e la palla esce di poco fuori sul 2° palo. Non contento, subito dopo il terzino serbo cerca l'azione personale in area, Mandragora lo attacca da dietro e per Manganiello è calcio di rigore. E' una decisione decisamente generosa quella del direttore di gara, ma tant'è, ed al 10' dal dischetto Perotti fa già 1-0, con un tiro lento ma preciso all'angolino. Sembra l'inizio della goleada romanista, ed invece no, perchè la sfortuna dei giallorossi al tiro permette ai crotonesi di rimanere in partita fino al 90'. Al 18' per esempio la Dea Bendata volta le spalle ai padroni di casa e Kolarov, ancora lui, su calcio di punizione colpisce il palo. Un minuto dopo è Dzeko a mandare alto il pallone del possibile 2-0. Poi sull'azione successiva ecco la risposta del Crotone: Nalini ci prova di testa su cross di Sampirisi, ma il pallone finisce alto. La Roma intorno alla mezz'ora inizia quindi ad amministrare un pò il gioco, con Gonalons e Perotti particolarmente attivi nel tentativo di scardinare l'attento blocco difensivo rossoblù. Al 36' ancora Dzeko protagonista: l'attaccante si ritrova il pallone sui piedi dopo un grossolano svarione difensivo degli ospiti, ma non riesce a trovare la porta e l'occasione sfuma. Visto che la Roma non affonda il colpo, la squadra di Nicola prende coraggio e con Rohden al 37' va vicina al pari, ma Alisson fa buona guardia e para in tuffo sul 2° palo. Il primo tempo si chiude con due occasionissime per la squadra di Di Francesco: prima Dzeko manda a lato di testa su cross di Perotti (45'), poi nel minuto di recupero concesso dall'arbitro Kolarov mette in mezzo un pallone velenoso e Simic rischia la clamorosa autorete, salvato solo dal provvidenziale intervento di Cordaz. Si va dunque all'intervallo con la Roma avanti solo 1-0.
Si direbbe goleada rinviata dunque al secondo tempo, ed invece no, ancora una volta la sfortuna sembra accanirsi con la Roma: al 53' Dzeko colpisce la traversa con un tiro rabbioso, e poi sulla ribattuta Karsdorp effettua il suo primo tiro in porta con la maglia della Roma, ma Cordaz fa buona guardia. Tre minuti dopo la furia di Dzeko continua a non trovare pace, Cordaz risponde presente ad una conclusione sul primo palo del bosniaco. Comincia a questo punto la girandola dei cambi, nella Roma entra prima Defrel e poi Pellegrini, mentre Nicola risponde con Faraoni e Stoian. In campo invece non si vede molto, la Roma attacca con equilibrio, mentre il Crotone vorrebbe provarci, ma il divario tecnico in campo è notevole. Al 58' Defrel potrebbe arricchire il bottino di goal della Roma, ma il suo tiro esce di poco a lato. I minuti intanto scorrono inesorabili senza che il punteggio cambi. A 4' dal 90' ci prova anche Gonalons di testa, ma il transalpino non trova la porta. L'arbitro assegna 4 minuti di recupero ed al 91' il Crotone ha incredibilmente la palla per pareggiare il match: Pavlovic calcia dall'angolo e Simic in mezzo all'area si coordina e calcia in porta, trovando però sulla sua strada Alisson. Passato lo spavento, pochi istanti prima del fischio finale Edin Dzeko cerca per l'ennesima volta gloria personale: il numero 9 giallorosso si coordina bene in area, ma poi calcia debolmente tra le braccia di Cordaz. Finisce 1-0, la Roma mantiene la porta inviolata per l'ennesima volta in questa stagione e può così guardare con ottimismo ai prossimi impegni. Esce invece a testa alta ma senza punti il Crotone, e siamo sicuri che gli ospiti avrebbero di gran lunga preferito il contrario...