background

DI FRANCESCO: ''E' MANCATA LUCIDITA' IN ATTACCO''

Pubblicato il 25/10/2017
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A ROMA

Eusebio Di Francesco cerca di guardare il bicchiere mezzo pieno, pur consapevole che la sua Roma sperimentale stasera non ha dato vita alla miglior prestazione di sempre: ''Bisognava essere più bravi a concretizzare la grande mole di lavoro fatta. Abbiamo portato a casa 3 punti importanti, è ovvio però che dal punto di vista realizzativo mi aspettavo qualcosa di più... E' mancata un pò di lucidità nell'andare a fare goal, abbiamo attaccat male la porta. Sono però contento per il finale di gara, perchè poi si rischia con la palla buttata dentro... E sono contento anche della gestione del gruppo, perchè ho fatto riposare dei giocatori. Ci saranno a breve 3 partite molto delicate da affrontare, per cui molti giocatori non li puoi spremere... Siamo però la migliore difesa del campionato e questo è già un risultato molto importante per me, anche perchè spesso con la miglior difesa si ottiene qualcosa di importante... E poi anche oggi abbiamo preso due pali ed abbiamo fatto 20 tiri in porta... Certo, è mancata la precisione, un pò di incisività, ma le occasioni le abbiamo create''.
Sull'episodio del rigore, contestato a fine gara da Nicola, Di Francesco preferisce girare a largo: ''Non l'ho visto bene... Ma, al di là dell'episodio, se c'era una squadra che meritava di vincere, era la Roma! Mi dispiace per il Crotone, l'anno scorso ha fatto qualcosa di grandioso e Nicola è un ottimo allenatore''. Poi, tornando sulla scarsa prolificità di stasera: ''Mancano un pò i goal dei centrocampisti... ma se abbiamo avuto il 73% di possesso palla, tirando tante volte, vuol dire solo che ci manca un pò di precisione. Non sono preoccupato, poi oggi ho modificato 6 giocatori rispetto all'ultima volta e farò lo stesso anche col Bologna''.
Quindi Eusebio ha speso due parole su Under: ''Si sta comportando bene negli allenamenti, ha qualche difficoltà con la lingua e sicuramente deve migliorare l'attacco alla porta, ma è un '97 di grande prospettiva, lo aspettiamo, perchè sono convinto che abbia grandi margini di miglioramento!''. La chiusura è per un ''siparietto'' a proposito di suo figlio, che si ritroverà contro sabato prossimo: ''Donadoni l'ha fatto riposare oggi in vista della gara con noi, ma aveva fatto così anche l'anno scorso quando doveva giocare contro di me...A mio figlio auguro di fare bene, ma dalla giornata dopo...''