background

DI FRANCESCO: ''DOBBIAMO MIGLIORARE, CHE CI SERVA DA LEZIONE!''

Pubblicato il 22/11/2017
La Roma è uscita sconfitta per la prima volta in Champions League: il 2-0 secco con cui l'Atletico Madrid ha regolato i giallorossi costringe ora la squadra di Di Francesco a giocarsi la qualificazione agli ottavi nell'ultima giornata della prima fase a gironi, il 5 contro il Qarabag. Era da un pò che la Roma non usciva con le ossa rotte da un confronto: non sarà che la vittoria nel derby di sabato ha un pò montato la testa ai giallorossi? Le parole di Eusebio Di Francesco su questo punto sono chiare: ''Siamo venuti per qualificarci, non ci siamo riusciti. Loro hanno voluto la vittoria più di noi. Noi siamo stati poco attenti, ma per il resto comunque ci auguravamo di giocarci la qualificazione in casa. Mi auguro che questa sconfitta serva di lezione, per capire quanto dobbiamo ancora crescere. Se guardate la prima mezz’ora, abbiamo recuperato 11 palloni nella loro metà campo, palloni che non abbiamo sfruttato. Siamo mancati nella finalizzazione. Ricordiamoci però chi è l’Atletico e e ricordiamoci anche che giocarci la qualificazione all’ultimo era l’obiettivo all’inizio del girone''. Quindi, il tecnico torna sulla questione: ''Prendiamo la sconfitta, che rimane fastidiosa, come lezione. E’ stata una partita alla pari. Loro hanno preso pochissimi gol, sono compatti e cattivi. Hanno fatto meglio di noi, ma fino al 70′ è stata una gara equilibrata. Anzi nel primo tempo abbiamo creato più noi. Siamo mancati in qualità. Complimenti all’Atletico che nei 180′ ha meritato di vincere. Ma, se guardiamo andata e ritorno, abbiamo dimostrato di essere tanto migliorati rispetto a settembre''. Eusebio si difende poi dalle accuse: ''Non giochiamo mai per il pareggio, ma siamo mancati in cattiveria. Se non fossimo stati ambiziosi, avremmo fatto catenaccio, ma così non è stato. Volevamo far bene, non siamo stati lucidi negli ultimi 20 metri''. Nella gara di stasera sono in tanti a non aver fatto delle grandi prestazioni. Chi però è mancato in fase conclusiva è stato Dzeko: i suoi goal ormai mancano da diverse gare: ''Non credo non abbia avuto palle giocabili, si poteva fare qualcosa in più. Siamo mancati tutti in zona goal. Dispiace che Edin non riesca a fare goal... Più ci si pensa e peggio è. Dire però che ci siamo complicati la vita è troppo''. Un altro che è incappato in una giornata storta è Pellegrini: ''Sta crescendo molto, ma oggi tecnicamente ha sbagliato tanto. Oggi non è stato brillante, ma è giovane e può migliorare e crescere''.