background

DE ROSSI: ''CHIEDO SCUSA A TUTTI'', DI FRANCESCO: ''DUE PUNTI PERSI, MA PRESTAZIONE OK''

Pubblicato il 26/11/2017
E' grandissimo il rammarico in casa Roma per la frenata di Genova: il raptus di De Rossi è costato carissimo ai giallorossi, che ora inseguono a -7 dal Napoli capolista. Nell'immediato dopogara Eusebio Di Francesco è diretto nel criticare il comportamento irresponsabile del proprio capitano: ''È una grandissima ingenuità! Daniele lo sa, non è un ragazzino, è il capitano di questa squadra. Lapadula ha parlato della foga, giustamente. L’attenzione deve esserci soprattutto quando si è in vantaggio in un campo come questo. I rossoblù hanno fatto una partita di grande contenimento, di grande aggressività, con gli atteggiamenti giusti. Ma comunque siamo stati anche in grado di non concedere nulla agli avversari fino al goal nostro. Poi abbiamo trovato le soluzioni giuste per potergli far male''. Poi, tornando su De Rossi: ''Era dispiaciuto per quello che è accaduto. È inevitabile che sia così. Il rigore e l’ingenuità ci sono, col Var non si scappa. Anche se, parlando dell’arbitraggio in generale, credo che abbia concesso un po’ troppo agli avversari. Hanno avuto un solo ammonito, noi invece tanti. Questa è l’unica cosa che non mi è piaciuta. Il rigore invece è ineccepibile''. Prima del rigore la Roma sembrava invece abbastanza sicura del fatto suo: ''Sì, anche perché stare sotto la palla non significa per forza stare attaccati all’area di rigore, si può essere anche un po’ più alti. Loro, giustamente, hanno scelto di rimanere bassi, di concederci poca profondità e pochi spazi tra le linee. Noi con calma e tranquillità siamo riusciti a trovare soluzioni giuste, non concedendo nulla, a parte un paio di ripartenze. Di veri tiri in porta non ce ne sono stati. Nonostante l’inferiorità numerica, ho voluto fortemente questa vittoria, ma non ci siamo riusciti, nonostante un paio di situazioni favorevoli. In generale credo che la Roma avrebbe meritato di vincere per quella che è stata la lettura della gara da grande squadra. Questa piccola ingenuità del rigore ci ha invece fatto tornare ad essere un pochino più piccoli...''.
Riguardo alla classifica, la mancata vittoria di oggi un pò pesa: ''Sicuramente sì, sono due punti persi, ma devo dire che secondo me abbiamo giocato nella maniera giusta. Sono contento della prestazione, nonostante la sciocchezza di Daniele. La squadra voleva fare la gara, l’ha fatta, com’è giusto che sia. Sapevamo che venire qui e vincere non è mai facile, ma per mentalità e per quello che stiamo costruendo in questo periodo, mi piace l’atteggiamento di squadra. Ovviamente dobbiamo limare e migliorare in alcuni aspetti, essere un po’ più determinati quando arriviamo a chiudere determinate situazioni, come è capitato nel primo tempo. Sì, sono due punti persi... Non credo sia gravissimo, perché il campionato è ancora lungo, però dobbiamo cercare di evitare più errori possibili. Chi sbaglia meno vince, non chi non sbaglia''.

Chiudiamo con le parole del protagonista in negativo della partita odierna, Daniele De Rossi: ''Mi lascia dispiaciutissimo, c’è poco da dire. Ho provato a tenerlo, a bloccarlo. Le immagini sono brutte. Con la Lazio con Parolo e Bastos ce l’eravamo date di santa ragione e mi ero ripromesso di stare più attento. Ho trovato quello che si è buttato ed è andata così. Chiedo scusa ai compagni, al mister e ai tifosi. Ripartiremo''.