background

DI FRANCESCO: ''MANCA LA CATTIVERIA: VA ALLENATA...''

Pubblicato il 16/12/2017
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A ROMA

La Roma ce l'ha fatta proprio all'ultimo respiro, col goal scaccia-paure di Fazio al 94' di una partita che si era messa nel modo peggiore per i giallorossi. La vittoria finale però ha fatto tornare il sorriso ad Eusebio Di Francesco, che ha anche scherzato sull'episodio della Var finale: ''Io l'avrei dato il goal, sì, perchè alleno la Roma e dobbiamo vincere, quindi sì, l'avrei dato...'' Poi, facendosi più serio, Di Francesco ha continuato: ''Mi sembra comunque che il pallone sia andato sulla pancia di Fazio... L'arbitro ha valutato in questo modo, va bene così. Io però non impazzisco per il Var: è stata messa, è così, è giusto adattarsi, però è bello vedere esultare ed è brutto poi dover tornare indietro...''. Il tecnico giallorosso viene poi sollecitato ad esprimere un giudizio su Fazio, il match winner di oggi: ''Io sono molto contento di Federico, perchè ha assimilato al meglio il lavoro di squadra ed ha capito di dover giocare il pallone la maggior parte del tempo nella metà campo avversaria. Ma non faccio i complimenti solo a Fazio, perchè anche Juan Jesus sta facendo benissimo dal punto di vista difensivo. Non per niente, sono contentissimo che in questo momento siamo la miglior difesa del campionato! Il Cagliari quest'anno ha messo in difficoltà tante squadre, noi invece gli abbiamo concesso il primo tiro all'85', questo fa capire meglio la nostra solidità. Dobbiamo però migliorare e conosco solo il campo per farlo: ho sovraccaricato un pò i ragazzi in questi giorni negli allenamenti ed oggi penso che si è visto. Ma è un rischio che si doveva prendere, perchè più in là avremo anche le risposte che voglio e già a partire dalla gara contro la Juventus sicuramente saremo più brillanti''. C'è chi ritiene che quella di stasera sia stata la Roma peggiore dell'anno, ma Di Francesco rifiuta questa tesi: ''Sicuramente siamo stati poco lucidi, ma questo non cancella il fatto che abbiamo avuto grande solidità ed equilibrio. Non credo che oggi sia stata la prestazione peggiore: ricordatevi all'inizio del campionato... Non era questa la peggiore e non lo è stata neanche quella di Genova, dove pure abbiamo concesso un solo tiro. Certo, manca la cattiveria, manca la determinazione. La cattiveria va allenata: le cose non vanno dette, vanno fatte! C'è da dire poi che il Cagliari è venuto qui a fare una partita difensiva, il chè è lecito. Ma anche noi li abbiamo costretti sulla difensiva: non gli abbiamo concesso nemmeno un tiro! Se c'era una squadra che la poteva vincere, chi era? Voglio dire... Era la Roma!''.
Oggi è stato il debutto della coppia Dzeko-Schick e c'è da dire che il campo per il momento non ha restituito quanto era lecito attendersi, ma Eusebio frena ogni critica su questo: ''Mi avete massacrato per farli giocare insieme, ed ora non va bene? Non potete pensare che un ragazzo del '96 entra e fa subito la differenza! Poi c'è anche da dire che ora avremo in 7 giorni 3 partite importanti, perchè mercoledì c'è una gara importante (col Torino in Coppa Italia, n.d.r.) e noi vogliamo passare il turno! Mercoledì El Shaarawy giocherà e rigiocherà anche a Torino con la Juve, ma così gli avrò fatto fare 2 partite ravvicinate e non 3. C'è differenza...''. Il tecnico giallorosso, al di là dell'orgoglio di squadra e della difesa del gruppo, è consapevole però che la prestazione odierna non sia stata proprio magistrale: ''Dobbiamo osare di più in verticale... Un pò oggi l'abbiamo fatto, ma meno rispetto a quello che potevamo ed anche meno di quanto voglio quando giochiamo contro squadre più chiuse''. Su Patrik Schick, sembrerebbe esserci per lui la possibilità di un ruolo ''alla Mandzukic'', ma Di Francesco esclude questa ipotesi: ''Patrik non interpreta il ruolo in quel modo lì, è totalmente differente come movimenti. Diamogli tempo...E' presto per dare dei giudizi... Schick ha qualità importanti a livello tecnico ma, vi assicuro, anche a livello fisico. Io sono molto sereno e sono sicuro che bisogna solo aspettare. E sono anche sicuro che piano piano arriveranno anche i risultati''.