background

Di FRANCESCO: ''SIAMO IMPAURITI, NON SEGNIAMO E QUESTO CI CONDIZIONA''

Pubblicato il 28/01/2018

Eusebio Di Francesco fa fatica a venire a capo in questo momento della sua squadra: proprio quando il suo giocattolo sembrava ormai pronto e collaudato, con la complicità della sosta, la sua Roma si è invece sciolta come neve al sole, tanto che ora è difficilissimo ritrovare quella serenità e quella consapevolezza di cui la squadra aveva dato prova fino a novembre. Queste le sue parole nel dopogara di Roma-Samp: ''Siamo partiti malissimo... E' stato bravo Alisson, perché non eravamo in partita. Poi ho invertito gli esterni ed è stata la soluzione giusta. Nel secondo tempo siamo partiti benissimo, ma alla fine abbiamo subito il goal. Non so come sia possibile che non facciamo gol... Anche inserendo tanti attaccanti, non siamo stati in grado di segnare! Mi potevo aspettare meno brillantezza, ma non so perché siamo entrati così impauriti. Loro sono stati bravi, noi non riusciamo a fare goal e questo ci condiziona''. Come se non bastasse, con tutte le difficoltà che questa squadra già ha nel segnare, oggi Di Francesco ha dovuto anche rinunciare a Patrik Schick: ''Si è fatto male ieri in allenamento. Fermarsi ora è davvero inopportuno, non ce ne gira una come si deve... La squadra non ha la forza per rimanere attaccata alla partita e nel secondo tempo la Samp ci ha segnato alla prima occasione''. Ultimamente poi la sua Roma, proverbiale ad inizio anno per la difesa impenetrabile, sta invece subendo tanti tiri dagli avversari: ''E’ vero, oggi nel primo tempo ne abbiamo subiti troppi. Abbiamo sbagliato spesso con i terzini e vuol dire che non stavamo in partita con la testa. Nel secondo tempo abbiamo fatto bene, sul goal potevamo difendere meglio''. Inutile nascondersi dietro un dito, questi sono giorni decisivi anche in chiave-mercato, ed ecco che allora la prestazione abulica di Dzeko contro la Samp può essere spiegata anche con la mancata tranquillità per via dei rumors. Di Francesco tuttavia rifiuta questa prospettiva: ''Allora, se la mettete così, anche gli altri 10 oggi erano in vendita... Oggi di mercato non voglio parlare, altrimenti viene travisato ciò che dico''. Ad una precisa domanda poi su una certa inquietudine sua per la possibilità di perdere qualche giocatore-chiave, Eusebio risponde così: ''Non mi lascia dormire la prestazione, poi il resto si vedrà...''. Hanno fatto un pò discutere poi le parole di Eusebio sulla ''vacanza'' dei calciatori: lui torna sulla questione e precisa: ''Non ho parlato di elementi poco professionali: quella settimana così è stata deleteria. Abbiamo fatto qualche errore nelle scelte, in primis io''. La chiusura dell'intervento di Eusebio è per spiegare la scelta del rigorista, visto che in tanti hanno storto la bocca vedendo Florenzi sul dischetto: ''Florenzi in allenamento i rigori li batte benissimo, è il nostro capitano ed è un peccato abbia sbagliato, ma chi non li tira non li sbaglia''.