background

EL SHAARAWY E NAINGGOLAN IN GOAL, LA ROMA TIENE IL RITMO-CHAMPIONS

Pubblicato il 18/03/2018
Dopo essersi fatta spazio tra le 8 big d'Europa, la Roma di Di Francesco continua nel suo bel momento ed in campionato torna da Crotone con 3 punti importantissimi nella lotta per la prossima Champions League. Di El Shaarawy e Nainggolan le reti della vittoria giallorossa, e forse allora non è tanto un caso che sulla vittoria odierna ci sia proprio il loro nome, visto che entrambi mancavano sul tabellino dei marcatori da tanto tempo: il loro ritorno al goal è il segno evidente che il Gruppo Roma sta benissimo dal punto di vista della compattezza di squadra. Per la gara dello Scida Di Francesco vara quasi una Roma B, con tanti innesti nuovi rispetto alla gara contro lo Shakhtar: in difesa rimangono a riposo Manolas e Florenzi, con i brasiliani Juan Jesus e Bruno Peres in campo dal primo minuto. A centrocampo turno di riposo anche per Strootman e De Rossi, con il redivivo Gonalons ed il nazionale Pellegrini al loro posto. In attacco rimangono fuori invece Perotti ed Under, con El Shaarawy e Gerson al loro posto. Sull'altro fronte Zenga conferma il suo 4.3.3 con Ricci, Trotta e Nalini in attacco a cercare di rendere difficile la serata di Di Francesco. L'inizio del match sembra premiare le scelte tattiche dei padroni di casa, con prima Nalini e poi Trotta che vengono fermati in extremis da due tempestivi interventi in uscita di Alisson.  Al 12' si sveglia la Roma: El Shaarawy prima viene murato al tiro e poi libera Nainggolan all'indietro, ma sul tiro del Ninja il pallone finisce di poco alto. La Roma fa girare bene la palla sulla trequarti, ma il Crotone in questa fase è messo benissimo in campo e chiude tutti gli spazi. Si fa male intanto Nalini e Zenga è costretto già al 1° cambio dopo soli 22 minuti: al posto dell'attaccante entra Barberis. Al 32' Kolarov mette un bel pallone in mezzo e Capuano rischia l'harakiri, deviando pericolosamente all'indietro il pallone e mancando di poco un clamoroso autogoal. La gara al 33' vive poi un momento tra il folkloristico ed il rischioso quando Alisson fa letteralmente il ''brasiliano'', andandosene via a due giocatori del Crotone e rischiando però al contempo di perdere palla e di far ripartire gli avversari. Un minuto dopo è ancora la Roma a vedersela brutta  quando l'ex Stoian calcia al volo da dentro l'area, ma per fortuna dei giallorossi il suo tiro termina abbondantemente fuori. La risposta ospite arriva poi al 37' con Gerson, che di testa non trova però la coordinazione giusta ed il suo tiro finisce a lato. Trascorrono però solo 2 minuti e la Roma passa: da Pellegrini a Kolarov, che crossa molto bene in mezzo all'area per El Shaarawy, bravo e lesto poi a raccogliere ed a trasformare l'assist nel goal dello 0-1, La risposta dei pitagorici non tarda ad arrivare: è il 41' quando Stoian si invola dentro l'area ed Alisson è strepitoso nello scegliere alla perfezione il tempo dell'intervento e nel salvare in uscita la Roma. Il primo tempo si chiude con la Roma avanti di un goal e con Kolarov che in pieno recupero cerca di emulare Capuano e svirgola pericolosamente verso l'angolino della propria porta, ma Alisson anche qui vigila prontamente.

Il secondo tempo si apre sulla falsariga del primo, con le due squadre che si affrontano a viso aperto e senza troppi tatticismi. Preso poi dalla trance agonistica, Zenga al 49' si fa cacciare fuori. Il Crotone va un pò in confusione e due minuti dopo rischia anche una nuova capitolazione, se non fosse per Dzeko, che si fa respingere il tiro da Cordaz ,e per Nainggolan, che non è poi lesto come dovrebbe sull'immediato tap-in da zero metri. Ad essere svagata però in questa fase non è solo la squadra calabrese, perchè anche i ragazzi di Di Francesco ci mettono decisamente del loro per complicarsi la vita: prima Fazio perde banalmente palla e Trotta si invola, ma ci pensa Super Alisson a sventare con un doppio grande intervento la minaccia; quindi, sull'ennesimo pallone perso in fase di impostazione, Ricci fa partire un bel cross dalla destra ed è Bruno Peres questa volta a salvare la porta della Roma, naturalmente con la solita assistenza di Alisson. E' il miglior momento dei crotonesi, che provano con la grinta e con l'orgoglio a pareggiare. Siccome però è risaputo che la miglior difesa si fa attaccando, ecco che Di Francesco chiama al contrattacco ed i suoi ragazzi obbediscono: Nainggolan chiama Cordaz alla parata (64') e Kolarov tenta la soluzione personale col tiro a giro, ma il pallone sfila di poco a lato (65'). Entra intanto Strootman per portare freschezza al centrocampo della Roma: ce n'è decisamente bisogno, infatti due minuti dopo il Crotone va vicinissimo al pareggio: in contropiede Ricci lancia Stoian, il quale, liberissimo e da ottima posizione, sciupa tutto calciando debolmente ed in modo assai docile tra le braccia di Alisson. Entrano intanto nella sfida anche Simy e Florenzi, ma l'equilibrio resta precario solo per poco, perchè ad un quarto d'ora dalla fine Nainggolan fa partire un bellissimo sinistro all'angolino che batte Cordaz e che vale lo 0-2. Galvanizzati dal goal, i tifosi romanisti lanciano in campo due bengala e non si accorgono che proprio in quel momento la loro squadra sta invece costruendo una pericolosa azione in attacco che così invece sfuma. Si entra dunque negli ultimi 600 secondi di gara col Crotone alla ricerca del goal della speranza e con la Roma che, un pò troppo svagatamenteper la verità, attende solo il fischio finale. I padroni di casa provano ad affondare il colpo sulla destra con Ricci, ma Alisson allontana e Fazio è monumentale nel salvare col fisico su Benali prima e su Simy poi. A 7' dalla fine c'è poi un pò di spazio anche per Under, ma in questo momento la pressione è tutta nell'area giallorossa, con Juan Jesus che dimostra ancora una volta tutti i suoi limiti tecnici e caratteriali (Banti lo grazia per un intervento da rosso su Simy...). Le ultime fiammate di Crotone-Roma sono poi tutte giallorosse con Florenzi protagonista: prima l'esterno manda in porta Under, ma il turco si divora il possibile 0-3 da due passi (89'), infine il ''Bello di Nonna'' cerca gloria personale al 92', ma Cordaz dice che lo 0-2 può bastare. La Roma conquista così la sua quarta vittoria consecutiva. Per il Barcellona però servirà ben altra concentrazione...