background

GRAN GOAL DI DZEKO, TORINO BATTUTO ALL'89'(0-1)

Pubblicato il 19/08/2018
La seconda Roma di Eusebio Di Francesco apre la sua nuova stagione con 3 punti pesanti in casa del Torino, frutto di un grande goal all'89' di Edin Dzeko, bravissimo nel capitalizzare al massimo un bell'assist del giovane Kluivert, uno dei 12 nuovi volti della stagione 2018-2019 dei giallorossi. Per il debutto stagionale, Di Francesco vara un classico 4-3-3, con Olsen tra i pali e nei panni di osservato speciale, dopo la partenza dolorosa di Alisson. Davanti allo svedese, Eusebio schiera l'usato sicuro, con Florenzi e Kolarov sulle fasce e con Manolas-Fazio al centro. A centrocampo, accanto agli immarcescibili De Rossi e Strootman, c'è il debutto di Pastore, chiamato a non far rimpiangere troppo la partenza del Ninja Nainggolan. In attacco infine si torna alla vecchia guardia, con Under, Dzeko ed El Shaarawy. Sull'altro fronte, Mazzarri disegna il suo Toro con un 3-5-2 di grande sostanza, con l'unica novità rappresentata a centrocampo da Meitè, mentre in attacco ci sono l'ex romanista Iago Falque e Belotti. Al 12' proprio il Gallo prova a farsi vedere dentro l'area avversaria, ma Manolas prontamente lo anticipa in chiusura. La risposta della Roma arriva 5 minuti dopo con Dzeko, che riceve da Florenzi ma poi si vede il tiro ''murato'' dai difensori granata e l'occasione sfuma. Al 18' bella iniziativa di Pastore, che libera Kolarov al tiro, ma la conclusione del serbo si va a stampare proprio sull'incrocio dei pali, prima di schizzare fuori. La squadra giallorossa, ogni volta che verticalizza, sa essere molto pericolosa: così, due minuti dopo, Dzeko se ne va via con un'azione personale, prima di concludere sul palo esterno, per il sospiro di sollievo dei padroni di casa. Nel Torino intanto di fa male De Silvestri, al suo posto ecco il neoacquisto Ola Aina. La squadra di Mazzarri gioca bene a centrocampo, ma ad essere pericolosa è però ancora la Roma: alla mezz'ora, in azione di ripartenza, El Shaarawy se ne va, ma conclude facile tra le braccia comode di Sirigu. Nel finale del tempo poi arrivano altre due grandi occasioni da rete, rigorosamente una per parte: prima Iago Falque per i granata imbecca Rincon ed il venezuelano calcia ad effetto sulla traversa, quindi, nel 2° dei 3 minuti di recupero concessi da Di Bello, sugli sviluppi di un calcio di punizione Florenzi calcia da fuori e Sirigu vola a respingere il tiro ed a salvare lo 0-0.

Negli spogliatoi il discorso di Mazzarri dev'essere stato abbastanza duro perchè, al riaprirsi delle danze, in campo ora c'è un Torino molto più avvelenato, ed alla Roma non resta dunque che abbozzare: nel giro del primo minuto della ripresa, Iago Falque gira alto da buona posizione. Sull'azione successiva poi è Baselli ad andare vicino al goal del vantaggio, con la complicità di un Olsen tutt'altro che impeccabile: lo svedese si dimostra assolutamente goffo nel rispondere, col pallone che sguscia pericolosamente all'indietro e manca di pochissimo una clamorosa autorete. Sull'angolo che ne nasce, Iago Falque continua a mettere in luce tutte le incertezze del neoportiere giallorosso: la conclusione dello spagnolo, centrale, non è delle più pericolose, eppure è sufficiente a battere Olsen, che tocca ma manda il pallone alle proprie spalle. Fortuna della Roma, ad annullare il vantaggio dei granata arriva la chiamata del Var, che annulla correttamente per un fuorigioco millimetrico. Si resta dunque in parità e, siccome la gara non decolla, Di Francesco al 60' si gioca la carta-Cristante. Ci prova anche Under a dare un senso alla sua grigia serata, ma il suo destro al 65' viene respinto a terra da Sirigu. A centrocampo è però nel complesso la squadra di casa a dettare i tempi, creando un possesso palla insistito che costringe la Roma in una posizione attendista. Al 70' allora Eusebio inserisce anche Kluivert, al posto dell'evanescente Under. La Roma trae giovamento da questi nuovi innesti e si riporta all'attacco, ma al 73' Meitè, su un ribaltamento di campo, prova una conclusione velenosa da fuori che spaventa i romanisti: stavolta però Olsen risponde presente con una bella respinta in tuffo. Senza troppi sussulti si entra così negli ultimi 10 minuti del match con Dzeko che, di testa, manda il pallone a sbattere alla base del palo, mancando di un soffio il goal ammazza-Toro. la risposta di Belotti non si fa però attendere, ma Olsen di nuovo respinge molto bene. Ci provano quindi Kluivert e Iago Falque a sbloccare una gara che sembra però sempre più destinata allo 0-0 iniziale. Fino a che, ad un minuto dal 90', il corso delle cose cambia improvvisamente: Kluivert va via a tutta velocità con una grandissima azione sulla destra e serve un bel pallone per Dzeko, che calcia al volo sul 2° palo e trova il goal dello 0-1 per la Roma. E' un grandissimo goal quello del bosniaco, così come è una grandissima giocata anche quella di Kluivert. Detto questo, il tentativo di intervento di Sirigu stavolta non è certo esente da colpe. Ma tant'è, la Roma può così esultare e preparare le barricate finali per i 6 minuti di recupero concessi dall'arbitro. Il Torino ci mette l'orgoglio e la grinta per cercare il pari, ma alla fine l'unico pericolo che ne esce è tutto in un tiro di Baselli parato da Olsen. La Roma mette dunque in cascina i primi 3 punti di una stagione che però, per i giallorossi, si preannuncia tutt'altro che senza pensieri...