background

DI FRANCESCO: ''ORA CAMBIERO' IL MENO POSSIBILE...''

Pubblicato il 02/10/2018
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A ROMA

La Roma è tornata: dopo la vittoria nel derby di sabato, la controprova la si è avuta anche questa sera, con la roboante vittoria per 5-0 nella cornice prestigiosa della Champions League, contro i cechi del Viktoria Plzen. E si badi bene, i ceki non sono così scarsi come il punteggio finale potrebbe far pensare: piuttosto, è stata molto brava la squadra di Di Francesco a mettere la gara subito in discesa, col goal iniziale di Dzeko che ha facilitato molto il lavoro successivo. Con la contemporanea sconfitta del Real Madrid sul campo del CSKA Mosca, ora la situazione nel girone G è completamente mutata, con i russi a guidare a 4 punti e con i giallorossi che grazie al successo roboante di oggi balzano al 2° posto nel girone, a pari punti proprio con i Blancos. Ma al di là della classifica, quello che è più importante oggi per Di Francesco è l'aver dato continuità ad un equilibrio di squadra: ora la sua Roma ha finalmente un'identità, e sarà decisamente difficile ora mettere da parte il 4-2-3-1, dopo gli 11 goal messi a segno nelle ultime 3 gare proprio con questo assetto... Andiamo ora a sentire le parole del tecnico giallorosso nel postgara dell'Olimpico: ''Abbiamo avuto continuità di gioco, la squadra mi è piaciuta. I tre centrocampisti cominciano a muoversi bene. Contento per come l’abbiamo interpretata, l'abbiamo messa subito sui binari giusti, essendo alti ed aggressivi, concedendo poco agli avversari. Abbiamo fatto divertire la gente e i tanti goal segnati sono importanti per il girone. Ma non guardiamo solo il 5-0: i difensori oggi hanno lavorato benissimo in fase preventiva, anche sulle seconde palle, ed il Viktoria Plzen era costretto a buttare la palla. Questa è stata la chiave migliore della partita. E poi sottolineo anche il lavoro di Pellegrini e di Cristante, che da mediano ha lavorato molto bene, sbagliando pochissimo. Sono molto contento di questa prestazione, che doveva essere convincente e lo è stata!''.
La Roma ci ha messo un pò all'inizio a trovare la proverbiale ''quadra'': ''Cercavo le soluzioni giuste, sperimentare a Roma non è facile. Non volevo modificare del tutto il 4-3-3, ma ho capito che dovevo cambiare qualcosina. Ora cercherò di cambiare meno possibile, sono contento di quello che i giocatori stanno mettendo in campo e del desiderio di giocare tutti insieme!''.
In questa posizione più avanzata, Lorenzo Pellegrini sembra finalmente avere trovato la sua vera collocazione: l'ex Sassuolo dunque ''alla Nainggolan''? Queste le parole di Eusebio sul suo pupillo: ''Sono contento per lui, l’ho voluto fortemente a Sassuolo. L’ho utilizzato in questo ruolo anche in Emilia... Meglio lui di Nainggollan? E' presto per dirlo. Lorenzo sta interpretando il ruolo al meglio, può far male alle spalle dei mediani. Sono felicissimo, merita tanto. Le prestazioni gli hanno dato certezze''.
Dopo l'avvio difficile in stagione, la Roma sembra essere finalmente riuscita a mettersi tutto alle spalle: ''Io sono positivo per natura, poi quando le cose non vanno bisogna guardarsi in faccia... Si può sbagliare, ma l'importante è che c'è il desiderio di mettersi sempre in discussione, fa parte del lavoro. Le cose positive sono tante, ma devono portare la continuità e l’equilibrio che bisogna avere nella squadra nel gestire queste vittorie''