background

RANIERI: ''DOVEVAMO AVERE PIU' ATTENZIONE, ANCORA CI MANCA QUESTO STEP''

Pubblicato il 05/05/2019
Mastica amaro al termine di Genoa-Roma Claudio Ranieri: la sua Roma a soli 8 minuti dalla fine aveva trovato il goal che voleva dire un bel passo avanti nella corsa-Champions, ed invece poi il finale del match, col pari (evitabilissimo...) di Romero su palla da fermo e col rigore parato da Mirante, si è colorato di tinte assai più fosche per la Roma. Ora i capitolini si trovano a dover inseguire l'Atalanta a -3 e con una partita in meno da giocare. Ecco allora le parole di Ranieri, a margine della gara del Marassi: ''Sapevamo che sarebbe stata una partita molto difficile. Loro sono stati bravi a non mollare mai, mentre noi ci siamo fatti sorprendere sul corner. Peccato perché per noi sarebbe stata una vittoria davvero molto importante''. Al tecnico romanista non è andata proprio giù di prendere quel goal su calcio d'angolo a difesa schierata: ''Romero era uno degli osservati speciali, visto che ha segnato già quattro reti: lo stavamo marcando, c’era Schick su di lui, ma è riuscito a saltare ed a trovare la marcatura. Dispiace, perché i tre punti erano fondamentali per questa squadra, ma noi non molliamo“. 
Al di là del rammarico per aver gettato via una vittoria preziosa, va anche detto ad onor del vero che la Roma questa gara alla fine la stava per perdere, se non fosse stato per Mirante. Ma Ranieri questo lo sa molto bene: ''Ringrazio Mirante per il rigore parato, dovevamo avere maggiore attenzione: ancora questo step ci manca... Sapevamo che andavamo a giocare contro una squadra che si chiudeva e ripartiva in contropiede, ma che era soprattutto brava sulle palle inattive. Nel finale abbiamo rischiato molto, ma grazie a Mirante per aver parato il calcio di rigore proprio nel finale“.
La corsa dei giallorossi al quarto posto valevole per la prossima Champions League comunque non si ferma qui, nonostante il mezzo passo falso: “Eravamo in una situazione problematica, ma siamo stati molto bravi a raddrizzare il tutto. Ora siamo in corsa e alla fine chi farà più punti arriverà al quarto posto. Io non ho fatto nessuna tabella, perché non è affatto semplice, ma spero di riuscire a conquistare quei punti che servono per centrare la qualificazione“.