background

FONSECA: ''STIAMO LAVORANDO SULLA GESTIONE DELLA PARTITA''

Pubblicato il 19/09/2019
La Roma di Fonseca comincia a mettere i primi mattoncini della stagione e così, dopo la prima vittoria in campionato, ecco arrivare stasera anche i primi 3 punti in Europa League: il merito va certamente a tutta la squadra nel complesso, ma contro l'Istanbul Basaksehir a spiccare sono state anche alcune individualità, come per esempio Pastore e Zaniolo, due giocatori che definire ''ritrovati'' non è un eufemismo... Queste le parole di Paulo Fonseca a riguardo: ''Di Pastore ho già parlato: è un bellissimo giocatore. Non è in una grande forma fisica, ma è importante che giochi. Nel primo tempo non ha capito lo spazio da ricoprire. Anche Zaniolo non lo aveva capito. Nel primo tempo non abbiamo fatto una buona partita, nel secondo tempo invece sì: questa è la Roma che voglio. Anche Pastore e Zaniolo sono migliorati poi. Zaniolo tatticamente penso che possa fare bene sia da trequartista, che da esterno”. Chi invece quest'oggi si è limitato un pò al ''compitino'' è stato Diawara, giocatore fortemente voluto da Fonseca. Il portoghese crede tantissimo nelle qualità dell'ex Napoli: ''Non possiamo dimenticare che Diawara ha fatto la sua prima partita oggi... Io posso dire che Amadou ha fatto un buon test, ma che deve imparare la velocità nello ''scalare'': deve essere più veloce nel momento in cui la squadra perde la palla, ma ripeto, questa è solamente la sua prima partita...''. Positivi anche i giudizi di Fonseca su Cristante e Kluivert: ''Bryan è un calciatore molto intelligente: ha capito tutto ciò che voglio dalla sua posizione. E' un ragazzo onesto, bravo ed in tutti gli allenamenti vuole imparare. E' molto importante nella nostra squadra... Kluivert? Sta imparando molto anche in fase di copertura... Ho parlato con lui e gli ho detto che è importante che partecipi alla fase difensiva... Justin ha fatto 4 partite molto buone in questo inizio di stagione. Negli ultimi metri lui è decisivo, ma deve continuare a lavorare...''

In questa gara, come già capitato in tutte queste prime apparizioni stagionali, nella Roma si è vista una grande differenza nell'arco dei 90 minuti sul piano del gioco e della continuità: a Fonseca per esempio i primi 45' di oggi non sono proprio andati giù: ''Non mi è piaciuto il primo tempo: non abbiamo fatto bene in fase di pressing e la squadra era molto lunga. Non riuscivamo a pressare in modo corretto. Dopo aver parlato tra noi nell'intervallo, abbiamo cambiato atteggiamento, anche nella fase offensiva”. La ''maturazione'' della squadra prosegue dunque: ''Stiamo lavorando per imparare la gestione della partita: nella fase offensiva la squadra ha capito quello che io voglio... Ha capito soprattutto lo spazio da attaccare e stiamo lavorando per essere più equilibrati in tutti i momenti di gioco. In fase offensiva abbiamo molta fiducia e creiamo molte occasioni da goal. Dobbiamo imparare molto in difesa. Oggi sono stato molto contento perché non abbiamo subito reti. E’ importante per la stabilità della squadra”.