background

FONSECA: ''IL RIGORE NON C'E', I GIOCATORI SONO DEVASTATI...''

Pubblicato il 24/10/2019
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A ROMA

Il finale che non vorresti mai: una partita che stai portando a termine vittoriosamente e che all'improvviso, pochi istanti prima del fischio conclusivo, cambia invece improvvisamente direzione, per via di un rigore assolutamente inesistente. E' questo il finale da incubo vissuto dalla Roma ed è normale che lo stato d'animo di Fonseca nella conferenza del dopogara non sia tra i più gioiosi. Il tecnico portoghese parte proprio dall'episodio del penalty: ''Ho detto che non era rigore. E' difficile accettare una situazione come questa, ma dobbiamo lavorare... Non possiamo fare nulla in questo momento... Non è giusto, ma è il calcio...''. Il tecnico, al di là della rabbia per la decisione dell'arbitro, fa comunque i complimenti ai suoi ragazzi: ''Sono soddisfatto... Non ho molte opzioni per formare la squadra... Abbiamo cambiato Mancini come centrocampista e penso che abbia fatto una bellissima partita, ma tutta la squadra ha disputato una buona gara, sono soddisfatto dei giocatori... Non possiamo dimenticare che abbiamo giocato contro la prima in classifica della Germania, ma abbiamo fatto una bella partita, con un'occasione per noi nel finale... Non è facile accettare questo risultato con tutte le difficoltà che abbiamo, ma i ragazzi hanno fatto una bella partita. Abbiamo controllato la gara e poi l'episodio che ha originato il rigore... Io sono una persona ottimista e positiva, per cui dobbiamo pensare sempre alla prossima partita col Milan... Dobbiamo reagire e pensare ai rossoneri... Non è facile, i giocatori nello spogliatoio sono devastati... Ma domani è un altro giorno...''. Provando a non pensare all'errore finale di Collum, c'è da dire che al 90' Florenzi ha avuto sui piedi il pallone del possibile 2-0, e lì non ci sarebbe stato arbitro che tenga. Fonseca però assolve il suo giocatore: ''Non ho parlato con lui di questo... E' una situazione di calcio, lui ha sbagliato, ma tutti i giocatori possono sbagliare... Il difficile non è accettare che Florenzi ha sbagliato: il difficile è accettare il rigore, quello sì che è molto difficile da accettare...''. Su Pastore il giudizio di Fonseca è invece più articolato: ''La sua situazione è speciale: Pastore l'anno passato ha avuto molti problemi fisici ed è per cui necessario gestirlo bene. Ma adesso non abbiamo molte soluzioni, ora è necessario che giochi, ho parlato con lui. La prossima partita non so che scelta farò, ma lui oggi ha lottato, cercando di fare una bella partita, anche se in certi momenti non si è mosso molto bene...''. Alla luce del pari finale, diventa ora cruciale fare risultato anche nel ritorno in Germania: ''La prossima partita col Borussia è importante: se oggi avessimo vinto, sarebbe stato molto diverso, ma non è stato così, per cui la prossima gara è molto importante per noi, ci aspetterà una partita difficile''. Contro il Milan ci sarà intanto di sicuro una Roma infuriata: ''Spero di sì, ma non è questione di rivoltarsi... Sappiamo che dobbiamo giocare come oggi, il Milan è una grande squadra e dobbiamo fare una bella partita contro di loro''.
Chiudiamo con le parole nel dopogara di Rose, tecnico del Borussia che, sull'episodio del rigore, con onestà dice: ''Abbiamo visto tutti quello che è successo, non era tocco di mano e non era rigore, ma purtroppo è così che funziona il calcio... Posso dire che però c'era anche il fuorigioco sul loro calcio d'angolo... Alla fine poi abbiamo avuto fortuna, io personalmente non l'avrei dato quel rigore, capisco il malumore dei tifosi della Roma...''