background

FONSECA: ''SODDISFATTO DELLA PRESTAZIONE, NON DEL RISULTATO''

Pubblicato il 19/07/2020
Nel dopogara dell'Olimpico c'è rammarico nelle parole di Paulo Fonseca, e non potrebbe essere altrimenti, visto che fino a pochissimi minuti dal fischio finale la sua Roma stava portando a casa con sicurezza una vittoria importante contro una squadra importante come l'Inter. Il tecnico giallorosso ai microfoni dei colleghi di Sky non esita a parlare di ''occasione persa'': ''Sì, chiaramente: stasera abbiamo perso due punti, perché abbiamo fatto una bellissima partita. L’Inter non ha creato situazioni per fare goal, ma solo calci da fermo. Questo è il calcio, però... Sono soddisfatto della prestazione, non del risultato...''.

Tuttavia, al di là dell'amarezza per la mancata vittoria, ci sono anche tante cose che stasera hanno funzionato: ''Sì, la squadra sta imparando e sta crescendo fisicamente e tatticamente. Con il nuovo modulo stiamo giocando bene. Con questo modulo Spinazzola e Bruno Peres hanno più libertà per attaccare. Pellegrini e ''Miki'' (Mkhitaryan, n.d.r.) hanno più possibilità di rifinire il gioco e buttarsi dentro. Veretout può arrivare più vicino alla porta. La squadra è equilibrata difensivamente e può pressare più alta. Siamo più aggressivi''.
Ma ciò che inorgoglisce il tecnico portoghese è anche la tenuta difensiva nell'ormai sempre più consolidato pacchetto difensivo ''a tre'': ''Abbiamo Ibañez che è un centrale veloce e copre bene la profondità, Kolarov è la seconda partita che fa bene in questa posizione, come anche Mancini: sono soddisfatto dei difensori centrali. Sono giocatori che hanno qualità nel momento di iniziare la costruzione del gioco''.
Sul futuro utilizzo di questo modulo anche per la gara contro il Siviglia, Fonseca rimane invece sibillino: ''Vedremo come si comporterà la squadra...''.
La chiusura dell'intervista è con una considerazione tattica sui giocatori di fascia: Spinazzola e Bruno Peres meglio ora da esterni alti o meglio da terzini a tutta fascia? ''Noi abbiamo giocato sempre con il nostro esterno che veniva in mezzo al campo. Ora con questo sistema abbiamo Mkhitaryan e Pellegrini che sono molto bloccati difensivamente e stanno giocando bene. Sono soddisfatto delle loro prestazioni''.