background

FONSECA: ''CAMBIAMO I GIOCATORI, MA RIMANIAMO CON LA STESSA IDENTITA'''

Pubblicato il 22/11/2020
C'è grande soddisfazione in casa-Roma al termine del 3-0 netto con cui la squadra di Fonseca ha liquidato il Parma: ora i giallorossi tallonano Milan e Sassuolo nelle prime posizioni della classifica. A dare poi ulteriore serenità e soddisfazione a Paulo Fonseca c'è la considerazione che oggi in campo c'era più di qualche rimaneggiamento nella formazione, eppure la qualità del gioco giallorosso non è scesa, anzi: Villar e Mayoral in primis, ma in generale chiunque è sceso in campo ha dimostrato di poter dare un contributo importante alla causa romanista. E Fonseca nel dopogara dell'Olimpico si gode anche questo aspetto: ''Sì, per me è molto importante sentire che tutti i giocatori sono pronti per giocare. Possono fare tutti questa partita con questo atteggiamento, sono molto soddisfatto''. Il tecnico non vuole sentir parlare di titolari e riserve: ''Qui sono tutti titolari: per me è importante confermare che se cambiamo i giocatori rimaniamo con le stesse idee e con la stessa identità. E' importante sentire che tutti sono pronti e lavorano bene in settimana''. 
A proposito di Gonzalo Villar, autore di un'ottima prestazione, l'allenatore ha poi aggiunto: ''Ha fatto una buona partita, sulla pressione ha coraggio. Deve migliorare difensivamente, ma ha fatto una buona partita, sta crescendo''.
Nonostante in questo momento la classifica sorrida molto alla Roma, il tecnico portoghese preferisce volare basso e non pensarci: ''Quello che è importante è che sono soddisfatto della prestazione della squadra, dobbiamo crescere, vedere che la squadra ha fiducia e dobbiamo pensare solo alla prossima. Non voglio pensare alla classifica. Ora si vedono gli effetti del nostro lavoro, ma continuo a dire che la cosa più importante è la prossima partita''.

Paulo spende quindi due parole anche per parlare del nostro campionato: a distanza di più di un anno dal suo arrivo in Italia, queste sono le considerazioni che ne trae: ''La Serie A è molto difficile: dal punto di vista tattico è un campionato esigente, difficile, tutti gli allenatori sono ben preparati, le squadre sono tutte forti, hanno buoni giocatori ed un’ottima strategia in campo. E’ difficile vincere una partita, è un campionato che ha grandi giocatori, è una Serie A di grande livello''
.
 
Questa per la Roma è stata anche la settimana dell'ufficializzazione di Tiago Pinto nel ruolo di General Manager. Inevitabile allora sentire da un portoghese come lui cosa ne pensi del suo arrivo: ''Tutti noi portoghesi conosciamo il suo lavoro, in Portogallo tutti sanno che è un grande professionista, ha fatto un grande lavoro nel Benfica, siamo molto soddisfatti di averlo qui''.