background

FONSECA: ''NON MERITAVAMO LA SCONFITTA, SIAMO STATI AMBIZIOSI''

Pubblicato il 06/02/2021
La Roma ancora una volta esce sconfitta da uno scontro diretto: la Juve di Pirlo stasera si è divertita a giocare un pò al gatto col topo con i giallorossi, facendoli sfogare in avvìo per poi castigarli al primo affondo con Cristiano Ronaldo. La sfortunata autorete di Ibañez nella ripresa ha poi messo una pietra tombale sulle speranze di rimonta romaniste. Stavolta però, a differenza di altre volte (a Bergamo, a Napoli e nel derby) la squadra di Fonseca è rimasta sempre dentro la partita, senza passare per fasi di totale blackout che in passato sono costate tanti punteggi umilianti ai giallorossi. Purtuttavia, c'è da registrare anche stavolta l'ennesima conferma negativa davanti alla possibilità di salire il famoso gradino di qualità da parte della Roma. Nel postgara dello Stadium, Fonseca ha detto la sua sulla gara, rimarcando ed enfatizzando quanto di buono mostrato dai suoi e tentando al contempo di minimizzare gli esiti di una partita in realtà invece mai in discussione, se non nei primi 10 minuti di gara: ''Non meritavamo di uscire di qui con una sconfitta. Penso che abbiamo fatto una bella partita, la differenza c’è stata nell’efficacia: la Juventus ha fatto tre tiri e due goal, noi di tiri ne abbiamo fatti tredici e di goal però non ne abbiamo segnati. Noi abbiamo avuto il coraggio di fare il nostro gioco, la Juve, che è una grande squadra, ha abbassato i ritmi e per noi è stato difficile fare goal, però avevamo la possibilità di fare meglio''.
 
Sul caso-Dzeko, Fonseca va dritto al punto e rivendica la sua decisione di inserirlo solo nel secondo tempo: ''E' stata una mia scelta tecnica, fisicamente lui era pronto per giocare...''. A proposito del bosniaco, il tecnico romanista vuole fare un po' scontare ad Edin le escandescenze dei giorni passati: ''Dzeko? E' un giocatore come gli altri, lui deve allenarsi come sta facendo e poi sarò io a scegliere...''.
 
Gli elogi Paulo se li riserva invece per Mayoral: ''Borja sta giocando molto bene, oggi ha lavorato molto per la squadra''. Di vedere poi insieme in campo le due prime punte romaniste per il momento non se ne parla: ''Stasera la squadra stava giocando bene e non avevamo la necessità di cambiare modulo. E poi la squadra ancora non è pronta per quella situazione tattica, se non per pochi minuti...''

Il giudizio del tecnico giallorosso sui suoi ragazzi è complessivamente positivo, nonostante il k.o.: ''Non è facile arrivare qui e giocare una partita con coraggio... Non ho nessun dubbio: la mia squadra ha mostrato ambizione''.
Al di là dell'esclusione di Dzeko, preparare la gara di stasera non dev'essere stato affatto semplice per Fonseca, alle prese con l'assenza pesantissima in mezzo al campo di un giocatore fondamentale come Pellegrini. Il tecnico romanista però non cerca alibi: ''Non mi piace parlare di chi non era presente oggi, non voglio trovare scuse con le assenze di Pellegrini, Smalling e Pedro. Cristante comunque ha giocato bene nel ruolo di Pellegrini''