Home Notizie Angel Di Maria attacca duramente un arbitro

Angel Di Maria attacca duramente un arbitro

329
0

Angel Di Maria si trova al centro di una polemica masiva da ieri sera. Si è ritrovato coinvolto in un incidente controverso durante lo scontro recente tra Benfica e Braga. A 35 anni, l'ala ha fatto scalpore attaccando apertamente un assistente arbitro.

Alla ricerca di una nuova sfida, Angel Di Maria ha fatto le valigie per il suo paese natale l' scorsa. Infatti, mercoledì sera, durante l'incontro teso tra Benfica e Braga, l'ala è stata coinvolta in un incidente scioccante con un assistente arbitro. Mentre l'assistente aveva preso una decisione che ha scontentato il giocatore argentino, quest'ultimo ha reagito in modo inaspettato precipitandosi testa contro testa verso l'arbitro. Questa scena ha provocato l'indignazione di tutti.

Un mare di critiche per Angel Di Maria

Nonostante la gravità del gesto, l'ex stella del PSG è rimasta in campo. L'arbitro infatti non ha ritenuto opportuno espellerlo. Questo ha scatenato una tempesta di critiche.

Leggi anche :  Rio Ferdinand: "L'eliminazione del MU è criminale perché..."

L'ex arbitro Paulo Pereira ha definito l'azione del giocatore come meritevole di un'espulsione immediata. “L'azione meritava un'espulsione. Un atteggiamento intimidatorio verso un membro della squadra arbitrale come quello che Di María ha avuto deve punito con un'espulsione”, dichiara Pereira.

La polemica sollevata dal gesto di Di Maria solleva domande sulle possibili conseguenze disciplinari. Mette il giocatore argentino sotto i riflettori per le ragioni meno gloriose.

Le possibili conseguenze per Di Maria

Il gesto di Di Maria ha aperto un dibattito sulla necessità di una disciplina più rigorosa nel calcio. La Federazione Internazionale di Calcio () e l'Associazione Calcio Professionisti (AIC) stanno esaminando l'incidente e potrebbero imporre sanzioni disciplinari.

Leggi anche :  Il Barça identifica due giocatori da vendere per rinforzarsi la prossima estate!

Parola agli esperti

Gli esperti del calcio italiano, tra cui e , hanno espresso la loro opinione sulla questione. Hanno sottolineato l'importanza di mantenere un certo livello di rispetto e disciplina in campo.

  • Luigi De Canio, ex allenatore di e Udinese, ha dichiarato: “Non importa quanto sia famoso un giocatore, non dovrebbe mai essere permesso di comportarsi in questo modo”.
  • Daniele Adani, ex della Fiorentina e ora commentatore televisivo, ha commentato: “È un brutto esempio per i giovani giocatori. Non dovremmo tollerare questo tipo di comportamento”.
  • , ex giocatore della Juventus e della Nazionale italiana, ha sottolineato: “Questo incidente dimostra che c'è ancora molto lavoro da fare per garantire il rispetto in campo”.
4.4/5 - (5 votes)

Come giovane media indipendente, SoccerHouseTV ha bisogno del vostro aiuto. Sosteneteci seguendoci e segnalandoci su Google News. Grazie per il vostro sostegno!

Seguici su Google News