Home Notizie Giustizia: Dani Alves si ritrova in una nuova polemica!

Giustizia: Dani Alves si ritrova in una nuova polemica!

202
0

Dani Alves nei guai: le condizioni dopo il rilascio provvisorio

Dopo il suo rilascio provvisorio, l'ex Dani Alves è tenuto a rispettare alcune condizioni, oltre al pagamento di un milione di . L'ex del è ora obbligato a presentarsi settimanalmente presso il Provinciale di Barcellona per firmare un documento che certifica la sua disponibilità per il tribunale e che non ha lasciato la Spagna. Questo quanto riportato dal , che evidenzia come Alves sia nuovamente al centro di una polemica.

Le restrizioni per Alves: passaporti consegnati e divieto di avvicinamento

In effetti, Alves è stato costretto a consegnare al tribunale i suoi due passaporti, quello spagnolo e quello brasiliano, per garantire che non lasciasse il Paese mentre godeva della provvisoria. Inoltre, il brasiliano deve rispettare un'ordinanza che gli vieta di avvicinarsi a meno di 1.000 metri dalla vittima. Questo venerdì 5 aprile, Dani Alves ha adempiuto ai suoi obblighi e si è presentato al Tribunale Provinciale di Barcellona, accompagnato dal suo Inés Guardiola, per firmare e certificare che è ancora nel Paese e a disposizione del tribunale.

Leggi anche :  "È veramente stupido", Klopp distrugge un giornalista!

Le critiche a Dani Alves: l'ira di Patricia Pardo

Nel corso della trasmissione “Vediamo” di Telecinco, il comportamento di Alves è stato duramente criticato. Al suo ingresso in tribunale, Alves ha sfiorato le spalle di un Mosso d'Esquadra con un sorriso, scatenando l'ira di Patricia Pardo:

“Sai bene, Mayka, che in questo programma rispettiamo molto i Mossos. Ma forse dovresti dirlo a quell'agente che è andato a salutare Dani Alves. È un gesto piuttosto brutto, soprattutto considerando che è stato riconosciuto colpevole di sessuale. È vero che non c'è una sentenza definitiva, ma è comunque un gesto inappropriato, specialmente quando si indossa una divisa. Per me, è davvero fuori luogo”, ha spiegato il presentatore di Telecinco.

Leggi anche :  "Mi mette a mio agio", l'insolita abitudine di Mauricio Pochettino!

Pardo ha continuato a mostrare la sua indignazione: “Avrebbero dovuto stendere per lui il tappeto rosso. Questa persona non è Alves, non è un calciatore che sta per giocare una partita. È un presunto stupratore che sta per firmare. Non mi piace. Non mi è piaciuto per niente. Hanno messo i cartelloni pubblicitari, il tappeto rosso, come se fosse un eroe”.

Il futuro di Dani Alves: una reputazione danneggiata

Non c'è dubbio che la reputazione di Dani Alves abbia subito un duro colpo a seguito di questo scandalo.

  • Fonte: La Gazzetta dello Sport, giornalista sportivo italiano di alto profilo
  • Fonte: Corriere dello Sport, esperto di calcio italiano affermato
  • Fonte: Tuttosport, giornalista sportivo italiano di lunga esperienza
4.7/5 - (6 votes)

Come giovane media indipendente, SoccerHouseTV ha bisogno del vostro aiuto. Sosteneteci seguendoci e segnalandoci su Google News. Grazie per il vostro sostegno!

Seguici su Google News